Menu di navigazione+


ARTISTI: A - B - C - D - E - F - G - H - I - J - K - L - M - N - O - P - Q - R - S - T - U - V - W - X - Y - Z


Cerca
In

Da Rios Luigi 1844 – 1892

Inserito in ARTISTI, LE FIRME DEI PITTORI ITALIANI DELL'OTTOCENTO

Da Rios Luigi

Luigi Da Rios (Ceneda, Treviso, 1844 – Venezia, febbraio 1892) è stato un pittore italiano.

Biografia

Dopo aver passato un periodo nella bottega di un falegname, a quindici anni entrò nell’Accademia di Venezia dove conseguì numerosi riconoscimenti e premi.

Nel 1866 fuggì a Firenze per sottrarsi al servizio militare.

Qui ebbe l’opportunità di studiare i capolavori del Rinascimento.

Dopo la terza guerra di indipendenza e la conseguente annessione del Veneto al Regno d’Italia, si stabilì a Venezia, salvo una breve parentesi passata in Lombardia per degli affreschi commissionatigli in una villa di Modrone.

Durante questo periodo incentrò la propria attività sulla ritrattistica, ma passò poi alla pittura di genere con soggetto popolare veneziano.

Ha lasciato anche opere a tema religioso.

Dipinse affreschi per Villa Bisacco-Palazzi a Chirignago (1864), in Villa Visconti di Modrone sul lago di Como (1866) e nella chiesa parrocchiale di Chirignago (1878).

Nel 1854 Da Rios licenzia La ninna nanna, quadro centrale nella produzione del cenedese, non solo perché raffigura probabilmente la moglie Luigia Querena e la figlioletta, ma perché segna anche la definitiva adesione del pittore alla “Scuola del vero” di Giacomo Favretto.

Negli anni Ottanta e Novanta Da Rios porterà a maturazione il processo avviato in lavori precedenti, con la volontà di sperimentare nuove soluzioni luministiche.

In questi anni è forte l’interesse per la pittura del Ciardi: come lui vuole fissare pittoricamente le variazioni di luce nelle diverse ore del giorno.

Anche del Rios abbandona calli e campielli per osservare la laguna, che entra timidamente nelle sue opere come in Panni stesi e in Ragazza con ventaglio, per diventare parte integrante della composizione in Chiacchiere al porto agli inizi del Novanta.

Fu nominato accademico di merito all’Accademia veneziana e membro della Società dei pittori dell’acquerello di Bruxelles.

Morì a Venezia nel febbraio del 1892.

 

Alcune opere:

Weiblicher Akt in weiter Landschaft (1877), olio

Umberto I (1878), olio

An Italian girl with a young child (1879), acquarello

A street hawker (1879), olio

La ninnananna (1880), olio

The Lullaby (1880), olio

Maternità (1880), olio

Fisherman Lighting His Pipe (1880), acquarello

Die Bettlerfamilie (1880), olio

Portrait of a Venetian beauty (1881), olio

A Venetian canal side (1881) acquarello, gouache

A young Italian fisher woman (1881), acquarello

Figura con ventaglio (1883), acquarello

In church (1883), matita

Venetian girls drawing water (1884), olio

Venetian Fruit Sellers (1884), acquarello

Le rovine della villa (1886), acquarello

New from Afar (1886), acquarello

Mother and children, Venezia (1886), acquarello

Venetian beauties (1886), acquarello

La casa dello spadaccino (1888), acquarello

An Outing to the Water’s Edge, Venice (1889), acquarello

Mother with two young children on harbour wall watching the fishing fleet returning (1889), acquarello

Venetian Gossip (1890), olio

A Venetian beauty (1890), olio

Awaiting father’s return (1890), olio

Venetian Beauty (1891), acquarello.

 

Translate »
ArtsLife History

GRATIS
VIEW