Menu di navigazione+


ARTISTI: A - B - C - D - E - F - G - H - I - J - K - L - M - N - O - P - Q - R - S - T - U - V - W - X - Y - Z


Cerca
In

D’Amato Raffaele 1857 – 1921

Inserito in ARTISTI, LE FIRME DEI PITTORI ITALIANI DELL'OTTOCENTO

D’Amato Raffaele

Raffaele D’Amato (Maiori, Salerno, 1857 – Maiori, Salerno, 1921) è stato un pittore italiano.

Biografia

Raffaele D’Amato compie i suoi primi studi presso il pittore Gaetano Capone, e poi al R. Istituto di Belle Arti di Napoli dove è allievo di Domenico Morelli.

All’esordio si interessò al paesaggio di tradizione romantica e agli studi dal vero (Naufragio nel Canale di Procida, esposto alla Promotrice napoletana del 1876; L’autunno, esposto a Milano nel 1878; Spiaggia di Maiori, esposto a Milano nel 1879; Marina di Majuri, esposto a Roma nel 1880), ma si indirizzò presto a una fortunata produzione di quadri di genere che presentò alle mostre della Salvator Rosa (1885, Il trovatore moderno, Pe mo pigliate cheste; 1887, Di ritorno dal convento; Per mancanza di vino): fra questi, L’orto della Badessa (o II Chiostro, presentato nel 1888, Napoli, Comune) evidenzia una forte attenzione al dato naturalistico che sembra prevalere sull’intento narrativo.

Tornato negli anni ’80 a vivere a Maiori, l’artista seguitò a esporre a Milano (1881, 1882, 1886, 1906), a Torino (1884, 1892), a Firenze (1885) e a Venezia (1887).

Morì a Maiori nel 1921.

 

Alcune opere:

La lettura al fuoco (1881)

Marinaio (1881)

Cucina (1883)

Lavatoio (1883)

Le mie speranze (1887)

A chi dei due? (1888)

Naturalista alchimista (1888)

Antiquario (1888)

Impossibile, signor canonico (1892)

Figura femminile (1905)

Marina di Maiori (1906)

Pescatori a Maiori (1910)

Passeggiata a cavallo (1912)

Portatrice d’acqua (1915)

Pescatori sulla spiaggia (1919)

Torre normanna a Maiori (1919)

Sulla terrazza dell’Hotel Caruso di Ravello (1919)

Maiori sotto la pioggia (1920)

Vecchio

L’automobile.

 

Translate »
ArtsLife History

GRATIS
VIEW