Menu di navigazione+


ARTISTI: A - B - C - D - E - F - G - H - I - J - K - L - M - N - O - P - Q - R - S - T - U - V - W - X - Y - Z


Cerca
In

De Avendano Serafino 1838 – 1916

Inserito in ARTISTI, LE FIRME DEI PITTORI ITALIANI DELL'OTTOCENTO

De Avendano Serafino

Serafino De Avendano (Vigo, Spagna, 1838 – Valladolid, Spagna, 1916) è stato un pittore italo-spagnolo.

Biografia

Presso l’Accademia San Ferdinando di Madrid fu allievo di A. M. Esquival e di B. Villamil Marrachi.

Dopo un breve soggiorno a Portland negli Stati Uniti, poté recarsi con una borsa di studio a Ginevra a studiare con il paesista A. Calame.

Il soggiorno in Liguria nel 1863 e il definitivo trasferimento a Genova nel 1866 misero l’artista in contatto con i pittori della Scuola Grigia, E.Rayper, A. D’Andrade e T. Luxoro, grazie ai quali riuscì a superare l’accademismo dei maestri spagnoli e del Calame, per aderire alla nuova poetica del vero.

Con i Grigi l’artista era già stato, nell’autunno del 1863, a dipingere dal vero lungo la Bormida a Carcare, nei pressi di Savona, consolidando in seguito i rapporti e la consuetudine di lavoro con loro (Motivo sulla Bormida, 1865, Genova, Galleria Civica d’Arte Moderna; Lungo la Bormida, 1866 ca., Genova, Accademia Ligustica di Belle Arti).

Presto, tuttavia, all’interesse comune per C. Corot, C. F. Daubigny e per il naturalismo di A. Fontanesi, subentrò la predilezione per la pittura “a macchia”, personalizzata da una tavolozza intensa e brillante, estranea agli altri Grigi (Primavera, dopo il 1868, Imperia, Pinacoteca Civica).

Partecipò alle promotrici genovesi, torinesi e fiorentine dal 1867 al 1896, anno del suo ritorno in Spagna.

Attraverso le esposizioni e i soggiorni in Toscana, il pittore ebbe modo di conoscere direttamente esempi del contemporaneo Naturalismo toscano, al quale fece riferimento nella produzione successiva e dove rivela un rigoroso impianto compositivo che accentua i valori tonali (Convento alla Castagna, 1875, coll. privata; Lo scoglio di Quarto, 1881, Genova, Galleria Civica d’Arte Moderna).

Fu attivo almeno fino al 1910, anno in cui un suo Paese apparve alla Esposizione di Firenze.

Sue opere si trovano nella Galleria d’arte moderna di Genova, a Madrid, ecc.

Espose alle varie Promotrici genovesi, a Parma, a Milano (1872, 1883, 1886), a Roma nel 1883, a Venezia nel 1887.

Verso la fine del secolo ritornò in Spagna.

Morì a Valladolid nel 1916.

 

Alcune opere:

Motivo sulla Bormida (1865)

Calle rural (1867)

Paisaje (1891)

El viático (1901)

Mariscadores (1902)

Paisaje con campesina (1904)

Aldeana en el camino (1894)

Apunte de mi pobre rincón

Rincon rural

Paisaje con figura

Junio en Pirineos, Francia

Jardín en Galicia

Lavanderas

Orillas del Vert, Pírineos

Verano en el Pirineo Francès

Escalera de pazo

Puente

Granja

Casa en el campo

Scogliera marina con fortino

Casas de pueblo

Madre E Hija En Paisaje

Paisaje romántico

Dama en el campo

Pescando al atardecer

Vista de Venecia.

 

Translate »
ArtsLife History

GRATIS
VIEW