Menu di navigazione+


Cerca
In

1, struttura architettonica a linea curva poggiante su due piedritti (pilastri, colonne, sezioni murarie), sui quali scarica il peso della muratura sovrastante. Gli elementi dell’a. sono la spalla (i piedritti), l’imposta (la sezione di appoggio sui piedritti), l’intradosso (la superficie interna concava, dell’a.; detto anche sottarco, imbotte o cèntina), l’estradosso (la superficie esterna), la chiave (pietra a cuneo, al centro dell’a.). La corda, detta anche luce o portata, è la distanza tra i due punti estremi della curva dell’a. A seconda della forma della curva (sesto) l’a. può essere: a tutto sesto (o a pieno centro) se è semicircolare; a sesto ribassato se si apre su una corda minore del diametro; ellittico, se ha forma di metà ellisse; inflesso (o a carena, o a fiamma, o gotico) se deriva dall’incrocio di due cerchi secanti al centro e si rovescia nella parte terminale secondo due archi concavi che si intersecano; rampante se i piedritti hanno livello diverso; a ferro di cavallo (o moresco) se il centro è al di sopra dell’imposta e l’a., rialzato, si restringe in basso; lobato, se diviso in lobi; a ogiva (o acuto) se è a doppio centro; Tudor (o gotico inglese) se è acuto e ribassato. A. di trionfio o trionfale si dice l’a. che, nella chiesa paleocristiana, romanica e gotica, al termine della navata centrale, la divide dal presbiterio.

Translate »
ArtsLife History

GRATIS
VIEW