Menu di navigazione+


Cerca
In

Bellosi Luciano 1936 – 2011

Inserito in I CRITICI DELL'ARTE

Luciano Bellosi

Luciano Bellosi, (Firenze 7 luglio 1936 – 26 aprile 2011), è uno storico dell’arte italiano, specializzato nella pittura toscana del Duecento, del Trecento e del Quattrocento.

Allievo di Roberto Longhi all’Università di Firenze, ha difeso la sua tesi su Lorenzo Monaco nel 1963.

Ha lavorato presso la Soprintendenza alle Gallerie di Firenze dal 1969 al 1979, per poi passare all’insegnamento di Storia dell’arte Medievale all’Università di Siena, fino al precoce pensionamento, nel 2002.

Il suo lavoro si è concentrato sull’arte del Duecento, del Trecento e del Quattrocento in Toscana, considerata nella sua dimensione internazionale, che lo ha portato a scrivere anche sull’arte tardo gotica italiana.

Egli riuscì così a distinguere la mano di un pittore intermedio intervenuto nelle  negli anni 1440, basato sull’uso delle ombre e sullo stile degli abiti indossati da certi personaggi nel calendario.

Nel saggio su Buffalmacco, studio pionieristico che ricostruì l’opera di Buonamico di Buffalmacco, il celebre pittore burlone del Decameron, Bellosi ha dato un importante contributo metodologico introducendo considerazioni di storia della moda utili per una nuova datazione di parte della pittura del Trecento italiano.

Ha pubblicato su varie riviste (“Paragone”, “Prospettiva”, “Bollettino d’Arte”, “The Burlington Magazine”, “Revue de l’Art”) molti scritti di storia dell’arte del Due, Tre e Quattrocento, prevalentemente relativi alla Toscana, anche se un contributo di particolare impegno è dedicato all’arte tardogotica francese (I Limbourg precursori di Van Eyck? Nuove osservazioni sui “Mesi” di Chantilly, in “Prospettiva”, 1, 1975, pp. 24–34).

Recentemente ha dedicato un importante saggio al giovane Bellini (Giovanni Bellini e Andrea Mantegna, in Mantegna 1431-1506, cat. della mostra a cura di G. Agosti e D. Thiébaut, Milano, Officina Libraria 2008, pp. 103–109 e schede successive).

È riconosciuto come specialista di Cimabue, Giotto e Duccio.

Ha curato con Aldo Rossi le Vite di Giorgio Vasari per le Edizioni Einaudi.

È morto a Firenze il 26 aprile 2011.

Link utili:

https://it.wikipedia.org/wiki/Luciano_Bellosi

http://www.associazionetestori.it/news.php?idn=842

https://storiedellarte.com/2014/04/tre-anni-senza-luciano-bellosi.html

Translate »
ArtsLife History

GRATIS
VIEW