Menu di navigazione+


ARTISTI: A - B - C - D - E - F - G - H - I - J - K - L - M - N - O - P - Q - R - S - T - U - V - W - X - Y - Z


Cerca
In

Abidine Dino 1913-1993

Inserito in ARTISTI

 

Dino Abidine (Istanbul, 1913- Parigi, 1993) è stato un artista turco.

 

Biografia

 

Il pittore turco Abidine morto a Parigi il 7 dicembre 1993, all’età di 80 anni. Ha condotto una carriera internazionale, espone le sue opere dal 1947 non solo in Turchia e in Francia, ma anche negli Stati Uniti, Europa e Russia. Il suo amore per la ricerca creativa, passione per la vita e il lavoro sostenuto lo ha portato a variare continuamente le loro tecniche, penna in color seppia, dal disegno alla pittura, acquerello stencil e anche scultura. Abidine ha sostenuto nella sua arte l’influenza di calligrafia orientale, come dimostra la linea della firma. Ha illustrato opere di Nazim Hikmet, di Yasar Kemal, Guillevic, Adonis. Ha disegnato o dipinto figure oniriche al limite dell’astrazione, in grado di leggere l’ambiguità della missione reale e metafisica per un altro posto le dita delle mani intrecciate, isole sospese, a forma di fiori nudi o mondi rotanti, finestre cosmiche, folle indistinte o spettro della morte nucleare.

Abidine ha incontrato un intero pacchetto di contrasti con cui ha saputo giocare e si è anche divertito. Nato a Istanbul da una grande famiglia dell’aristocrazia ottomana, ha iniziato la sua vita in opulenza nella sua città natale, a Parigi e in Svizzera; la sua governante gli ha insegnato un perfetto francese, la cui purezza si riflette nei suoi testi. La rovina della sua famiglia lo costrinse a automantenersi dai quindici anni, ed offrì i suoi fumetti nel settore della stampa della Sublime-Porte, à Istanbul.. Nel 1933, ha fondato il primo gruppo di pittori d’avanguardia in Turchia; invitato nel 1934 a Leningrado, ha lavorato ed è diventato amico di Eisenstein, Isaac Babel, Meyerhold; ed in una breve esperienza nel 1938 a Parigi, Tristan Tzara lo presentò a Picasso e Gertrude Stein. Egli dovette poi tornare in Turchia; ma la sua posizione marxista gli valse l’esilio. Dal 1941 al 1947 è stato inviato agli arresti domiciliari a Adana dove ha conosciuto l a scrittrice Güzin con la quale si unì in matrimonio nel 1943.

Essendo soggetto di pressione politica e di azioni penali, Abidin Dino ha lasciato la Turchia nel 1952 per stabilirsi a Parigi, in Francia seguito dalla moglie nel 1954.

La coppia ha girato molti posti in tutta la Francia con sanatori per la malattia di Abidin. Si stabilirono dapprima a Saint-Michel e poi al 5° arrondissement di Parigi, dove intellettuali turchi usavano risiedere. Infine, la coppia si trasferì in un laboratorio di pittura a Rue de l’Eure.

La loro casa divenne un punto d’incontro per intellettuali e artisti provenienti dalla Turchia. La moglie non lo lasciò durante i momenti di difficoltà e di malattia. Abidin morì per cancro alla gola nel 1993.

 

 

Translate »
Vai alla barra degli strumenti
ArtsLife History

GRATIS
VIEW