Menu di navigazione+


ARTISTI: A - B - C - D - E - F - G - H - I - J - K - L - M - N - O - P - Q - R - S - T - U - V - W - X - Y - Z


Cerca
In

Anivitti Filippo 1876 – 1955

Inserito in ARTISTI, LE FIRME DEI PITTORI ITALIANI DELL'OTTOCENTO

Anivitti Filippo

Filippo Anivitti (Roma, 4 dicembre 1876 – Roma, 4 agosto 1955) è stato un pittore italiano.

Biografia

Studia sino al 1899 all’Accademia di Belle Arti di Roma con Filippo Prosperi, successivamente frequenta i corsi serali di Alessandro Morani all’Istituto Artistico Industriale.

Agli esordi del suo percorso artistico si avvicina al divisionismo, fase poco interessante nel suo excursus pittorico ma utile a lui per  affinare la sua sensibilità ed il suo rapporto con il colore.

La frequentazione di Onorato Carlandi lo avvicina al paesaggio ed alla pittura dal vero.

Così ben presto i suoi soggetti preferiti diventano Roma con i suoi scorci più o meno noti, la campagna romana con le paludi pontine ed i resti della Roma antica.

Entra a pieno titolo nel gruppo degli Acquerellisti, tecnica  a lui assolutamente congeniale, tratta infatti l’olio in modo marginale anche se quando lo fa ottiene risultati eccellenti con buona tecnica e un’esecuzione veloce e piacevole quanto quella dell’acquerello.

Spinto da Morani e Carlandi si unisce ai XXV della campagna romana con il nomignolo “orso” per i suoi modi misurati e sobri nel parlare.

Ha esposto a tutte le Biennali e alle Quadriennali romane e ha ordinato varie mostre personali.

Alcune opere: “Castello di Lunghezza“, nella Galleria Mussolini; “Acquarello“, al Museo di Roma, nella sala di «Roma che scompare».

Molti suoi quadri sono in Gallerie private italiane ed estere e tra i suoi acquirenti c’era Vittorio Emanuele III.

Morì a Roma il 4 agosto 1955.

 

Opere (Selezione)

Natura morta (1900)

Campagna romana, acquedotti e gregge (1900)

Natura morta (1901)

La piazza del paese (1915)

Via di San Giovanni verso il Colosseo (1915)

Roma, Via Appia (1919)

Scorcio di Capri con i Faraglioni (1920)

Villa d’Este (1920)

Astronomo (1920)

Resti romani sulla Via Appia (1922)

Campagna romana (1924)

Prima Porta» (1925)

Vue d’un lac (1926)

Campagna romana (1929)

La Via Appia Antica (1930)

Poppies blooming in the Roman Campagna (1930)

La villa dei Quintili (1930)

Rione Campitelli (1934)

Il Teatro di Marcello (1940)

Giardino di Villa d’Este, Tivoli (1942)

Casale di campagna (1943)

Campagna romana (1945)

Veduta del Ponte Nomentano

Venezia

Cavallo al pascolo

Ninfa (lago artificiale)

Chiesa romana

Fiori in piazza di Spagna

Paesaggio di campagna con ulivi, casa colonica e pecore

Torre Salaria

Calle con campanario

Roma, figure in piazza nei pressi di una fontana

Roma, il laghetto nella casa delle Vestali al Foro Romano

Roma, primavera nella campagna con antico acquedotto

Paesaggio con rovine

Veduta della campagna romana con acquedotto e gregge di pecore

Roma, la scalinata di Trinità dei Monti in Piazza di Spagna

Il ponte Lucano con il sepolcro dei Plauzi sulla via di Tivoli

Paesaggio di campagna con ulivi, casa colonica e pecore

Roma, primavera nella campagna con antico acquedotto

Paesaggio con rovine

Veduta della campagna romana con acquedotto e gregge di pecore

Roma, la scalinata di Trinità dei Monti in Piazza di Spagna

Il ponte Lucano con il sepolcro dei Plauzi sulla via di Tivoli

Roma, pascolo presso l’acquedotto

Foro romano

Caseggiato in campagna

Il Tevere fuori Roma

Campagna romana con Roma sullo sfondo

Roma, mercato dei fiori a Piazza di Spagna

Paesaggio lungo il Tevere

Terrazza sulla campagna romana

Veduta di Sorrento da Capodimonte

Roma, pascolo presso l’acquedotto

Foro romano

Scorcio di Tivoli

Il Tevere fuori Roma

Campagna romana con Roma sullo sfondo

Roman campagna

Paesaggio lungo il Tevere

Terrazza sulla campagna romana.

 

Translate »
ArtsLife History

GRATIS
VIEW