Menu di navigazione+


ARTISTI: A - B - C - D - E - F - G - H - I - J - K - L - M - N - O - P - Q - R - S - T - U - V - W - X - Y - Z


Cerca
In

Avallone Giuseppe 1856 – 1940

Inserito in ARTISTI, LE FIRME DEI PITTORI ITALIANI DELL'OTTOCENTO

Avallone Giuseppe

Giuseppe Avallone (Salerno, 10 agosto 1856 – Salerno, 1940) è stato un pittore e scultore italiano.

Biografia

Allievo prediletto di Domenico Morelli assieme a Vincenzo Gemito e Gaetano Esposito all’Istituto delle Belle Arti di Napoli, è stato uno dei maggiori pittori salernitani tra la fine dell’Ottocento e il primo quarantennio del Novecento.

Decoratore, ritrattista, paesaggista ed acquerellista ad alto livello, fu soprattutto un disegnatore perfetto ed un abile maestro formando, presso la sua scuola, artisti di fama quali i figli Pasquale e Mario e i nipoti Arturo e Guglielmo Beraglia.

Ai facili successi mondani preferì la raccolta e serena attività di artista solitario, più conforme al suo carattere mite e bonario e ciò rese col tempo più nobile, stimata e veneranda la sua figura, rimasta sempre cara ai suoi alunni dell’Orfanotrofio Umberto I a Salerno e a tutti i suoi ammiratori.

Decorò la cattedrale di Muro Lucano, le chiese di Santa Caterina e Santa Maria dei Greci a Caggiano, la volta della chiesa di S. Nicola di Bari a Coperchia, i dipinti per la chiesa dei Santa Maria dei Greci a Polla, le tre tele allocate nella chiesa madre di Bellosguardo, le sale consiliari delle Province di Salerno e di Potenza e i numerosi palazzi e case nobiliari delle famiglie salernitane.

Morì a Salerno nel 1940.

 

Alcune opere:

Figura Distesa

l’Atrio del Duomo

l’Arco di Costantino

Malinconia

la Samaritana

la Liberazione di S. Pietro

il Vade Satana

la Glorificazione di S. Alfonso

il Giubileo Sacerdotale di Leone XIII

l’Assunzione di Maria Vergine.

 

Onorificenze:

Cavaliere dell’Ordine della Corona d’Italia.

 

Numerose saranno le opere che Avallone realizzerà per enti, amministrazioni cittadine e chiese della provincia salernitana, fra le quali:

Immacolata Concezione, affresco su soffitto della chiesa di Sant’Antonio Abate e Santa Rita in Salerno (1913).

Cofano in ebano e bronzo per custodire la bandiera di combattimento dell’Incrociatore Campania (1922).

Gli affreschi del Palazzo antico della Camera di Commercio di Salerno (1927).

Gli affreschi dell’Aula Magna del Liceo Ginnasio Torquato Tasso (1932)

Monumento ai caduti di Baronissi del 1927, (Piazza della Repubblica) replicato l’anno dopo in quello presente nell’ingresso dell’Archivio storico di Salerno.

Il busto bronzeo di Matteo Luciani, primo sindaco della Salerno postunitaria, collocato nella centrale Corso Garibaldi in Salerno. (1937)

Monumento a Matteo Ripa, Eboli. (1937)

Ciclo degli affreschi nel Palazzo di Città di Salerno, denominati “Il grande Fregio”, iniziati nel 1936 e terminati nel 1947, raffiguranti la storia della città.

Santi Evangelisti, chiesa dell’Annunziata, Salerno.

Affreschi nella Chiesa di San Michele Arcangelo, Bellosguardo

Quattro dipinti di forma ovale, raffiguranti le allegorie de “Il Risparmio”, “L’Industria”, “L’Agricoltura” e “Il Commercio Marittimo”, eseguiti nel 1930 per il Palazzo della Banca d’Italia.

Tomba monumentale di Mons. Nicola Monterisi nella Cattedrale di San Matteo (1953)

Monumento alle vittime dell’alluvione nel Cimitero monumentale di Salerno, in memoria delle vittime del fango che nel 1954 si riversò nel centro della città.

 

Mostre e concorsi:

LXVII Mostra della società promotrice di Belle Arti, Torino, 1909

Mostra Nazionale d’arte pura e applicata, Napoli, 1910

Mostra della Società promotrice di Belle Arti “Salvator Rosa”, Napoli, 1911

Esposizione artistica indipendente, Roma , 1911

Mostra della Società promotrice di Belle Arti “Salvator Rosa”, Napoli, 1916

XXXVIII Esposizione, Napoli 1916

Concorso Patria, Roma, 1918

Esposizione annuale, Milano 1924

Concorso nazionale francescano, Mostra Permanente, Milano 1925

Esposizione d’arte francescana, Milano 1925

I Mostra Salernitana d’arte , Salerno, 1927

II Mostra salernitana d’arte, Salerno, 1933

Con gli occhi dei poeti: Giuseppe, Mario e Pasquale Avallone, Salerno, 1968

Officina accademica e suggestioni del colore. Pasquale Avallone, artista tra due secoli, Salerno, Pinacoteca Provinciale, 2010

Pasquale Avallone: Figure di una terra dipinta, Salerno, Sala del Gonfalone del Palazzo di Città, 2013.

 

Translate »
ArtsLife History

GRATIS
VIEW