Menu di navigazione+


ARTISTI: A - B - C - D - E - F - G - H - I - J - K - L - M - N - O - P - Q - R - S - T - U - V - W - X - Y - Z


Cerca
In

De Francisco Pietro 1873 – 1969

Inserito in ARTISTI, LE FIRME DEI PITTORI ITALIANI DELL'OTTOCENTO

De Francisco Pietro

Pietro De Francisco (Palermo, 11 novembre 1873 – Mentone, Nizza, 5 agosto 1969) è stato un pittore, grafico ed illustratore italiano.

Biografia

Pietro De Francisco, pittore, grafico ed illustratore, nasce a Palermo l’11 novembre 1873 da Giuseppe e Francesca Paola Mazza.

La sua prima formazione artistica avviene a Palermo, dal 1894 al 1898, all’Istituto di Belle Arti con Francesco Lojacono e Salvatore Marchesi.

Con il quadro San Paolo davanti ad Agrippa vince il Pensionato Nazionale per la pittura  ed il Premio Roma.

Nel 1904, nella città eterna sposa Giulia Candori e l’anno seguente riceve la  medaglia d’oro all’Esposizione di Saint Louis.

Rientrato a Palermo realizza diverse opere pittoriche, poi è spesso a Milano dove lavora come illustratore di libri e riviste.

Scrive libri collegati ai manifesti del Futurismo e dipinge en plein air impressioni di forte impatto; si dedica particolarmente a riprendere feste popolane e gruppi di persone in movimento, tanto da valergli il soprannome di “pittore delle folle e del movimento“.

Nel 1916, espone a Londra alla “Mostra dell’Incisione Italiana” diversi monotipi ed acquerelli.

Nel 1919 tiene una personale alla Galleria Vinciana di Milano. In questa città convive con la giovane pittrice Clara Valentini, con la quale l’anno successivo intraprende un viaggio in Tunisia traendo spunto per soggetti orientali e studi di folle arabe.

Sempre più spesso a Parigi, dal 1921 vi si stabilisce, ma ritorna regolarmente nella sua amata Palermo durante le vacanze estive.

Dopo il 1923 è a Deauville, una località balneare alla foce della Senna.

Viaggia in Bretagna, Normandia e Provenza, soggiorna a Nizza, Marsiglia, Saint-Tropez (dipinge La Fête de Veyrac; La Bancarella; La Bourré).

Nella seconda metà degli anni ’30 è residente nel villaggio di D. Verelay (Svizzera).

Alla fine del 1939 si stabilisce a Saint Tropez e sposa Clara Valentini.

Si trasferiscono definitivamente a Mentone ove terrà l’ultima Personale nel 1966.

Qui si concluderà il suo percorso artistico e terreno il 5 agosto 1969.

Nel 1989 il Comune di Palermo gli dedica una Mostra Retrospettiva.

 

Tra le sue opere ricordiamo:

Paesaggio nostalgico, (1901)

Farandole en bord de mer (c.1920)

Port Honfleur (1923)

Coup de Vent. Plage Deauville (1925)

Paysage de Carennac, Lot (1931)

Rue de Villefranche (1932)

Paris, la grande roue (1932)

Carnevale di Venezia (1936)

Vezelay (1939)

Ritratto di M.Me Drach (1940)

Cycle de la vie de Saint François d’Assise (1945-1946)

La bataille de fleurs à Nice (1951)

Chaudron fleuri (1959)

Burano, Venice (1959)

Festa popolare francese (1965)

Danse provençale

Danse populaire au bord de la Méditerranée

La ronde

Tunis, pélerinage au Marabou

La farandole

Vue animée de Saint Céré

Dancing on the Beach in St-Tropez

Venezia, Rialto

La plage

Port de Méditerranée

Dance Lessons under Blossoming Trees

Alle cose

Danze campestri

Le marché aux fleurs animé

Mercato

La predica agli uccelli

Marina; Folla araba

La Farandole

Il Carnevale di Nizza

Spiaggia di Deauville

Interno dello studio con fiori.

 

Translate »
ArtsLife History

GRATIS
VIEW