Print Friendly and PDF

Sisyu a Milano: quando la calligrafia giapponese si fonde con l’arte

Sisyu Fonte: fondazionematalon.org
Sisyu
Fonte: fondazionematalon.org

La Fondazione Luciana Matalon di Milano ospita la prima mostra personale in Italia dedicata a Sisyu dal titolo “Satori, la percezione dello spirito”. Dall’11 maggio al 23 giugno 2018.

L’artista e calligrafa giapponese -che con un approccio filosofico unisce tradizione e innovazione- presenterà una quarantina di opere fra cui grandi dipinti su tela che reinterpretano l’arte classica (anche quella erotica) giapponese, sculture calligrafiche sospese che proiettano le loro lunghe ombre sulle pareti, una grande installazione video che mette in scena le scritture attraverso suggestivi giochi di luci e ombre. Sisyu è nota per aver incorporato la calligrafia giapponese in altre forme d’arte quali la scultura, le arti multimediali e la pittura, considerando l’arte un processo in continuo divenire in cui si uniscono e mescolano sculture, luci e ombre.

>>Le sue opere traspongono l’arte calligrafica in un linguaggio contemporaneo, offrendo una nuova dimensione, nuove prospettive artistiche. Come afferma Vittoria Coen nel testo critico: “Sisyu si esprime, così, con l’ausilio di media differenti, da quelli più antichi a quelli virtuali, con esiti ed effetti di forte suggestione, generata da colori accesi e da un senso della luce particolari. Le esplosioni cromatiche generate da pennellate mosse e sfumate, in cui il linguaggio calligrafico si sovrappone, ci raccontano una specie di metamorfosi che i soggetti vivono. Creature fantastiche popolano il mondo interiore dell’artista che gioca su movimenti ondulati e spiraliformi”.

Sisyu
Fonte: fondazionematalon.org

Informazioni utili

SISYU. Satori, la percezione dello spirito

 

Fondazione Luciana Matalon, Foro Buonaparte 67 – Milano

Inaugurazione 10 maggio ore 18.00     

Dall’11 maggio al 23 giugno 2018

A cura di Nello Taietti

Testo critico di Vittoria Coen

Collaborazione esterna di Giuliana Picarelli

fondazionematalon.org

Commenta con Facebook

leave a reply

*