Print Friendly and PDF

Pokémon: gotta catch ’em all! Un set di carte venduto in asta per 408.000 dollari

This Pokémon First Edition Base Set Sealed Booster Box (Wizards of the Coast, 1999) set a world record with a $408,000 sale at Heritage Auctions, Dallas. Photo courtesy of Heritage Auctions.
This Pokémon First Edition Base Set Sealed Booster Box (Wizards of the Coast, 1999) set a world record with a $408,000 sale at Heritage Auctions, Dallas. Photo courtesy of Heritage Auctions.

Altro che giochi per bambini! Un set di carte Pokémon della prima edizione (sigillato) ha  raggiunto il prezzo record di $ 408.000 all’asta da Heritage Auctions, a Dallas

Gotta catch ’em all! (devi prenderli tutti): riuscire nell’esortazione dello slogan del franchise giapponese di proprietà della The Pokémon Company, creato nel 1996 da Satoshi Tajiri, potrebbe essere irrealizzabile per molti collezionisti di memorabilia, fumetti e video games. La richiesta di oggetti da collezione d’élite Pokémon sta continuando a salire e di conseguenza anche i prezzi. Da Heritage Auctions un set di carte Pokémon della prima edizione (non aperto) è stato venduto al prezzo record di $ 408.000 nell’asta di metà gennaio (14-17).

Rilasciata nel 1999 dall’editore di giochi Wizards of the Coast, la serie originale di carte Pokémon statunitensi comprendeva 102 carte. Il lotto da record è una scatola sigillata di carte della prima edizione contenente 36 buste da 11 carte ciascuna, o 396 carte in totale.

A causa della loro bassa tiratura, questi cofanetti sono diventati estremamente rari, specialmente quelli ancora nello stato originale sigillato”, hanno commentato da Heritage.

I Pokémon sono creature immaginarie che gli umani possono catturare, allenare e far combattere per divertimento. Il loro successo non si è mai assopito. Nati oltre vent’anni fa e amati da tutti coloro che avevano un game boy, i Pokémon hanno saputo stare al passo con i tempi e adattarsi. Qualche anno fa, ricordiamo, c’è stato un vero proprio ritorno di fiamma e un successo globale grazie al  lancio di  “Pokémon Go”, un videogioco per smartphone che permetteva di catturare Pokémon sfruttando la realtà aumentata.

Commenta con Facebook