Print Friendly and PDF

MADRE. Ultimo appuntamento con Partorire con l’arte

Jannis Kounellis, Senza titolo, 1998 Foto Amendola, Courtesy Fondazione Volume!, Roma Jannis Kounellis, Senza titolo, 1998 Foto Amendola, Courtesy Fondazione Volume!, Roma

Ultimo appuntamento lunedì 22 giugno dalle 18 alle 19.30, al Museo MADRE di Napoli con “Partorire con l’arte – ovvero L’arte di Partorire”, il corso di preludio al parto innovativo, interdisciplinare e gratuito ideato dal ginecologo Antonio Martino e dalla psicologa dell’arte Miriam Mirolla.

L’iniziativa, strutturata in sei appuntamenti, è rivolta a tutte le future mamme, ai partner e a chiunque voglia approfondire il tema della bellezza della nascita.

Jannis Kounellis, Senza titolo, 1998 Foto Amendola, Courtesy Fondazione Volume!, Roma
Jannis Kounellis, Senza titolo, 1998
Foto Amendola, Courtesy Fondazione Volume!, Roma

Questo ultimo appuntamento si intitolerà “La cultura fa bene alla salute. La madre e l’artista: genesi di un’opera d’arte”. Sarà il compimento ideale del percorso intrapreso con “Partorire con l’arte”, che ha permesso – grazie alla collaborazione di studiosi, artisti, scienziati di fama internazionale – di fare luce non solo sulla potentissima radice femminile presente nella scienza, nell’arte e nella storia sociale di Napoli, ma anche di introdurre novità teoriche e pratiche nel rapporto tra arte contemporanea e medical humanities.

Le future mamme che prenderanno parte all’incontro riceveranno un dono: The Living Gift, un’opera d’arte appositamente creata per loro dagli artisti coinvolti, come inizio di una nuova collezione dedicata ai nascituri. Una proposta che conferma la grande generosità biologica e intellettuale che lega e accomuna gli artisti alle donne incinte.

Durante l’incontro sarà anche annunciata la partecipazione del museo MADRE al progetto Nati con la cultura, a cui hanno già preso parte altre istituzioni artistiche tra cui Palazzo Madama di Torino e il Castello di Rivoli. Il progetto metterà in collegamento, anche a Napoli e in Campania, uno dei più importanti ospedali ostetrici e ginecologici, il Policlinico della SUN – Seconda Università degli Studi di Napoli, con il museo MADRE. Al momento delle dimissioni, i nuovi nati riceveranno un “Passaporto Culturale”, che consentirà al bimbo e alla sua famiglia l’ingresso gratuito al MADRE fino al compimento dei tre anni di età.

In questo incontro interverranno Achille Bonito Oliva (critico d’arte contemporanea); Nicola Colacurci (professore ordinario di Ginecologia e Ostetricia della SUN – Seconda Università degli Studi di Napoli); Maurizio di Mauro (commissario straordinario, Azienda Ospedaliera Universitaria – SUN); Enzo Grossi (advisor scientifico, Padiglione Italia Expo 2015); Achille Mauri (Studio Fabio Mauri, Associazione per l’Arte e l’Esperimento del Mondo, Roma);
Giulia Piscitelli (artista); Pietro Rigolo (archivista, The Getty Research Institute, Los Angeles);
Rosy Rox (artista); Catterina Seia (ideatrice del progetto “Passaporto culturale”, vice presidente, Fondazione Medicina a Misura di Donna, Torino); Angelo Zerella (Past President, Rotary Club Napoli Ovest). Modererà Miriam Mirolla, Ideatrice del progetto, professore di psicologia dell’Accademia di Belle Arti, Roma.

Attraverso questo corso il museo MADRE si prende cura del benessere delle “future madri” e dei nascituri, in linea con gli studi scientifici più recenti che dimostrano come la bellezza e la cultura contribuiscano alla nostra salute: invitare le future mamme al museo è un atto semplice quanto rivoluzionario, perché presuppone l’idea che la maternità sia uno dei più straordinari eventi creativi, e l’opportunità per l’intero gruppo sociale di contribuire, insieme, ad un futuro comune.

Commenta con Facebook

leave a reply

*