Print Friendly and PDF

Il vuoto e il silenzio negli scatti di Sergio Scabar, l’alchimista della fotografia

OSCURITÀ SILENTE, 2017 SILENT DARKNESS (cm 28.5 x 39), [cm 35.8 x 46.3] * STAMPA ALCHEMICA AI SALI D’ARGENTO APPLICATA SU CARTONCINO, IN CORNICE ALCHEMICAL PRINT MOUNTED ON CARDBOARD, FRAMED Foto ©Luca Laureati OSCURITÀ SILENTE, 2017 SILENT DARKNESS (cm 28.5 x 39), [cm 35.8 x 46.3] * STAMPA ALCHEMICA AI SALI D’ARGENTO APPLICATA SU CARTONCINO, IN CORNICE ALCHEMICAL PRINT MOUNTED ON CARDBOARD, FRAMED Foto ©Luca Laureati
IL SILENZIO DELLE COSE, 2001 THE SILENCE OF THINGS (cm 13 x 20.5), [cm 17 x 24.5] * STAMPA ALCHEMICA AI SALI D’ARGENTO APPLICATA SU CARTONCINO, IN CORNICE ALCHEMICAL PRINT MOUNTED ON CARDBOARD, FRAMED Foto ©Luca Laureati
IL SILENZIO DELLE COSE, 2001
THE SILENCE OF THINGS
(cm 13 x 20.5), [cm 17 x 24.5] *
STAMPA ALCHEMICA AI SALI
D’ARGENTO APPLICATA SU CARTONCINO, IN CORNICE
ALCHEMICAL PRINT MOUNTED ON
CARDBOARD, FRAMED
Foto ©Luca Laureati

Angela Madesani ci racconta il lavoro di Sergio Scabar, in mostra a Gorizia a Palazzo Attems Petzenstein fino 13 ottobre

Prima il racconto e il reportage con riprese in esterno e un’attenzione particolare agli spazi ampi e alla luce naturale. Poi, per l’artista autodidatta Sergio Scabar, non è più la figura umana al centro della sua ricerca ma è la natura, la forma e l’essenzialità degli oggetti ad attirare la sua attenzione. E da qui il suo lavoro si concentra sull’aspetto materico dei soggetti, in bianco e nero o a colori e, dalla serie Still Life, passa alla Natura Morta, la sua produzione più importante. Il suo tratto distintivo si riconosce in una particolare tecnica di ripresa a stampa “alchemica” che gli consente di ottenere, sempre in esemplari unici, tonalità opache scure, nell’area cromatica tra il testa di moro e il nero.

TEATRINO VEGETALE, 2016 VEGETABLE THEATRE (cm 38.5 x 21.8), [cm 50 x 32.5] * STAMPA ALCHEMICA AI SALI D’ARGENTO APPLICATA SU CARTONCINO, IN CORNICE ALCHEMICAL PRINT MOUNTED ON CARDBOARD, FRAMED Foto © Luca Laureati
TEATRINO VEGETALE, 2016
VEGETABLE THEATRE
(cm 38.5 x 21.8), [cm 50 x 32.5] *
STAMPA ALCHEMICA AI SALI
D’ARGENTO APPLICATA SU CARTONCINO, IN CORNICE
ALCHEMICAL PRINT MOUNTED ON
CARDBOARD, FRAMED
Foto © Luca Laureati

Palazzo Attems Petzenstein, il più maestoso edificio settecentesco goriziano, espone quasi 300 fotografie di Scabar, seguendo un andamento cronologico con una prima fase sul genere del Reportage e una seconda dedicata alla sua ricerca più riflessiva e sperimentale alla quale si è dedicato dagli anni Novanta.

L’esposizione di Sergio Scabar, a cura di Guido Cerere e Alessandro Squinzi, è stata presentata a Milano presso MiCamera in via Medardo Rosso 19 e si arricchisce di un prezioso catalogo, dove le opere dell’artista sono raccontate dai testi dei due curatori e da un altro testo firmato da Angela Madesani.

E, attraverso le parole della storica d’arte e curatrice Madesani, si apre il mondo di questo artista poco conosciuto al grande pubblico ma raffinato, colto e profondo nella sua fotografia come nella pittura o nell’incisione. “Credo di avere visto per la prima volta il lavoro di Sergio Scabar presso la galleria Lipanje Puntin a Trieste. Erano i primi anni del 2000 e ne sono rimasta incuriosita e colpita”. Approda nella casa di Scabar di Ronchi dei Legionari e scopre la sua personalità. “La sua è una casa studio, in cui tutto è intriso del suo lavoro quotidiano di ricerca, di studio e di sperimentazione. Vi sono molti libri, molti ritagli, molte immagini. È indubbiamente un luogo di cultura dove sono le tracce di un cammino anticonformista di chi del mondo dell’arte è stato al contempo interprete e osservatore intelligente”.

VELATA LUCE DI SILENZIO, 2013 VEILED LIGHT OF SILENCE (cm 28 x 36), [cm 36 x 44] * STAMPA ALCHEMICA AI SALI D’ARGENTO APPLICATA SU CARTONCINO, IN CORNICE ALCHEMICAL PRINT MOUNTED ON CARDBOARD, FRAMED Foto ©Luca Laureati
VELATA LUCE DI SILENZIO, 2013
VEILED LIGHT OF SILENCE
(cm 28 x 36), [cm 36 x 44] *
STAMPA ALCHEMICA AI SALI
D’ARGENTO APPLICATA SU CARTONCINO, IN CORNICE
ALCHEMICAL PRINT MOUNTED ON
CARDBOARD, FRAMED
Foto ©Luca Laureati

Angela Madesani parla del lavoro di Scabar come un’elegia di minimi e, tra parallelismi con gli artisti a lui contemporanei, cita Giorgio Morandi. “È un pittore che Scabar ama da sempre e come lui utilizza sempre gli stessi attori, un uovo, una ciotola bianca, una bottiglia, un vecchio libro. L’indagine va ben oltre una possibile dimensione narrativa. I suoi oggetti sono portatori di un’aura che ne determina l’unicità, la non banalità per quello che rappresentano all’interno della sua storia”. Come un regista perfezionista e severo l’autore crea i teatri delle cose come dei tableaux vivants. “Registra nelle sue immagini le ciotole piene di pigmento scuro. È quello che gli serve per lavorare alle sue fotografie. Per tingere le sue cornici, parti integranti dell’opera”. E infatti lui fabbrica da solo tutte le sue cornici. Ma, come sottolinea la storica dell’arte, l’artista non è un artigiano ma un uomo raffinato e colto.

OSCURITÀ SILENTE, 2017 SILENT DARKNESS (cm 28.5 x 39), [cm 35.8 x 46.3] * STAMPA ALCHEMICA AI SALI D’ARGENTO APPLICATA SU CARTONCINO, IN CORNICE ALCHEMICAL PRINT MOUNTED ON CARDBOARD, FRAMED Foto ©Luca Laureati
OSCURITÀ SILENTE, 2017
SILENT DARKNESS
(cm 28.5 x 39), [cm 35.8 x 46.3] *
STAMPA ALCHEMICA AI SALI
D’ARGENTO APPLICATA SU CARTONCINO,
IN CORNICE
ALCHEMICAL PRINT MOUNTED ON
CARDBOARD, FRAMED
Foto ©Luca Laureati

“Nel momento storico in cui ci troviamo a vivere, fatto di comunicazione, di social, di consumismo delle immagini sfrenato ed esasperato, una ricerca come la sua che da oltre 50 anni è coerente con se stessa può essere considerata decisamente trasgressiva. Dove la trasgressione è costituita proprio dall’atteggiamento profondo con il quale affronta le problematiche. L’artista va ben oltre qualsiasi forma di apparenza, di superficialità per giungere a una pienezza poetica in cui hanno un peso portante il vuoto e il silenzio”.

SILENZIO DI LUCE, 2007 SILENCE OF LIGHT (cm 26 x 32), [cm 28.7 x 34.7] * STAMPA ALCHEMICA AI SALI D’ARGENTO APPLICATA SU CARTONCINO, IN CORNICE ALCHEMICAL PRINT MOUNTED ON CARDBOARD, FRAMED Foto ©Luca Laureati
SILENZIO DI LUCE, 2007
SILENCE OF LIGHT
(cm 26 x 32), [cm 28.7 x 34.7] *
STAMPA ALCHEMICA AI SALI
D’ARGENTO APPLICATA SU CARTONCINO, IN CORNICE
ALCHEMICAL PRINT MOUNTED ON
CARDBOARD, FRAMED
Foto ©Luca Laureati
SILENZIO DI LUCE, 2005 SILENCE OF LIGHT (cm 25 x 36.5), [cm 27.8 x 39.3] * STAMPA ALCHEMICA AI SALI D’ARGENTO APPLICATA SU CARTONCINO, IN CORNICE ALCHEMICAL PRINT MOUNTED ON CARDBOARD, FRAMED Foto ©Luca Laureati
SILENZIO DI LUCE, 2005
SILENCE OF LIGHT
(cm 25 x 36.5), [cm 27.8 x 39.3] *
STAMPA ALCHEMICA AI SALI
D’ARGENTO APPLICATA SU CARTONCINO, IN CORNICE
ALCHEMICAL PRINT MOUNTED ON
CARDBOARD, FRAMED
Foto ©Luca Laureati
L’OGGETTO TROVATO, 1989 THE FOUND OBJECT FOTOGRAFIE AI SALI D’ARGENTO APPLICATE SU CARTONCINO cm 40 x 40 GELATIN SILVER PRINTS MOUNTED ON CARDBOARD Foto ©Luca Laureati
L’OGGETTO TROVATO, 1989
THE FOUND OBJECT
FOTOGRAFIE AI SALI D’ARGENTO
APPLICATE SU CARTONCINO
cm 40 x 40
GELATIN SILVER PRINTS
MOUNTED ON CARDBOARD
Foto ©Luca Laureati
L’OGGETTO TROVATO, 1989 THE FOUND OBJECT FOTOGRAFIE AI SALI D’ARGENTO APPLICATE SU CARTONCINO cm 40 x 40 GELATIN SILVER PRINTS MOUNTED ON CARDBOARD Foto ©Luca Laureati
L’OGGETTO TROVATO, 1989
THE FOUND OBJECT
FOTOGRAFIE AI SALI D’ARGENTO
APPLICATE SU CARTONCINO
cm 40 x 40
GELATIN SILVER PRINTS
MOUNTED ON CARDBOARD
Foto ©Luca Laureati
OSCURITÀ SILENTE, 2017 SILENT DARKNESS (cm 38 x 19), [cm 58 x 39] * STAMPA ALCHEMICA AI SALI D’ARGENTO APPLICATA SU CARTONCINO, IN CORNICE ALCHEMICAL PRINT MOUNTED ON CARDBOARD, FRAMED Foto ©Luca Laureati
OSCURITÀ SILENTE, 2017
SILENT DARKNESS
(cm 38 x 19), [cm 58 x 39] *
STAMPA ALCHEMICA AI SALI
D’ARGENTO APPLICATA SU CARTONCINO,
IN CORNICE
ALCHEMICAL PRINT MOUNTED ON
CARDBOARD, FRAMED
Foto ©Luca Laureati
PLACET EXPERIRI, 1969 FOTOGRAFIE AI SALI D’ARGENTO APPLICATE SU CARTONE GELATIN SILVER PRINTS MOUNTED ON BOARD Nota: tutte le immagini della serie sono montate su pannelli di dimensione cm (70 x 100), per un totale di 4 pannelli Foto: ©Luca Laureati
PLACET EXPERIRI, 1969
FOTOGRAFIE AI SALI D’ARGENTO
APPLICATE SU CARTONE
GELATIN SILVER PRINTS
MOUNTED ON BOARD
Nota: tutte le immagini della serie sono montate su pannelli di dimensione cm (70 x 100), per un totale di 4 pannelli
Foto: ©Luca Laureati
IL TEATRO DELLE COSE, 1991 THE THEATRE OF THINGS FOTOGRAFIE AI SALI D’ARGENTO APPLICATE SU CARTONCINO cm 60 x 50 GELATIN SILVER PRINTS MOUNTED ON CARDBOARD Foto: ©Luca Laureati
IL TEATRO DELLE COSE, 1991
THE THEATRE
OF THINGS
FOTOGRAFIE AI SALI D’ARGENTO
APPLICATE SU CARTONCINO
cm 60 x 50
GELATIN SILVER PRINTS
MOUNTED ON CARDBOARD
Foto: ©Luca Laureati

 

Sergio Scabar Oscura Camera (1969-2018)

28 giugno – 13 ottobre 2019
A cura di Guido Cecere e Alessandro Quinz
Musei Provinciali di Gorizia
Palazzo Attems Petzenstein
Piazza E. de Amicis, 2 Gorizia

Commenta con Facebook

leave a reply

*