Print Friendly and PDF

Nasce ‘onLive’. Il palinsesto digitale di Fondazione Piemonte dal Vivo

Corrado d'Elia foto © Laila Pozzo
Corrado d’Elia
foto © Laila Pozzo

Nasce onLive. Il palinsesto in streaming e on demand parte con Odissea – Un racconto mediterraneo

La cultura si fa sempre più online, per non abbandonare gli spettatori e non lasciare vuoti i teatri. Questa volta a trasformarsi è la Fondazione Piemonte dal Vivo: nasce dal 27 novembre onLive, la sfida che vuole superare il distanziamento imposto dallo schermo del computer e immergersi nelle case di tutti. Un palinsesto fatto di contenuti originali, proposte multidisciplinari, progetti speciali, fruibili in streaming e on demand. Per riempirsi di bellezza, anche dal proprio divano.

Ogni spettacolo è formato da episodi di circa 20/30 minuti, come una serie tv, in un calendario che va da fine novembre al 17 febbraio 2021: da Elio Germano a Tullio Solenghi, da Maddalena Crippa a Dario Vergassola. Il tutto, gratuitamente, e in versione multimediale grazie alla regia di Paolo Severini.

Tullio Solenghi
Maddalena Crippa
Riondino e Vergassola @Max Valle

A partire sarà Odissea – Un racconto mediterraneo, con la produzione e la regia di Sergio Maifredi e i “cantori” Maddalena Crippa, Moni Ovadia, Giuseppe Cederna, David Riondino e Dario Vergassola, Corrado d’Elia e Tullio Solenghi: sei puntate affidate ad altrettanti artisti per riscoprir e alcuni memorabili canti del viaggio di Ulisse, ogni venerdì alle 21. Da mercoledì 2 dicembre, invece, sarà la volta di Radio International – Tutto in settimana: con i testi di Hamid Ziarati e Beppe Rosso, anche alla regia, gli attori Adriano Antonucci, Lorenzo Bartoli, Francesco Gargiulo, Barbara Mazzi raccontano, con toni tragicomici, la trasformazione di un’emittente radiofonica e il dramma di un Paese nel breve arco temporale di una settimana. Short Track è un ciclo di sei brevi incontri musicali che ha l’ambizione di avvicinare gli spettatori alla musica classica grazie ai brani eseguiti da giovani artisti, introdotti dal pianista Antonio Valentino, dal 12 dicembre, ogni sabato alle 17.

Radio International

Uno spettacolo generoso, in onda dal 4 gennaio, ogni lunedì alle 19.30, di e con Paolo Faroni, è composto da più pezzi auto-conclusivi, su diversi argomenti: economia e politica, famiglia e religione, società e costume. Ma anche considerazioni private e scampoli di autobiografia. Filo conduttore è satira che gioca su più livelli: talvolta sottolineando le assurdità già presenti nella realtà, talvolta sovvertendone i canoni per fare venire alla luce contraddizioni ai limiti del ridicolo. E il pubblico finisce per chiedersi: ma l’autore, da che parte sta? Infine In Macchina, ispirato alla canzone di Mina Devo tornare a casa mia: nella struggente ballata, una donna implora l’amante di lasciarla tornare dal proprio marito. Le vicende di una coppia, con la regina di Enrico Petronio, tutta all’interno della loro autovettura.

In Macchina

Completa il palinsesto onLive il progetto speciale Segnale d’allarme – Smart Watching di e con Elio Germano e la regia di Omar Rashid: la trasposizione in realtà virtuale de La mia Battaglia, che parla alla e della nostra epoca. Lo spettatore sarà portato a piccoli passi a confondere immaginario e reale attraverso la realtà. Già arrivata in altre Regioni, dal primo dicembre sarà anche in Piemonte: gli speciali visori saranno consegnati prima a Torino, e successivamente negli altri comuni.

piemontedalvivo.it

Commenta con Facebook

Altri articoli