Print Friendly and PDF

La rivalità tra Michelangelo e Leonardo (e l’influenza su Raffaello) nella grande mostra alla Royal Academy di Londra

Leonardo da Vinci, Virgin and Child with St Anne and the Infant St John the Baptist ('The Burlington House Cartoon') (part.), c. 1499-1500. Courtesy Royal Academy of Arts, London
Leonardo da Vinci, Virgin and Child with St Anne and the Infant St John the Baptist (‘The Burlington House Cartoon’), c. 1499-1500. Courtesy Royal Academy of Arts, London

Partendo dal celebre Taddei Tondo di Michelangelo, la mostra che accoaglierà il pubblico della Royal Academ of Arts dal 9 novembre 2024 al 16 febbraio 2025 esplorerà la rivalità tra Michelangelo e Leonardo e l’influenza che entrambi ebbero sul giovane Raffaello. Il percorso epsoitivo è organizzato dalla Royal Academy, in collaborazione con la Royal Collection Trust e la National Gallery di Londra.

Al volgere del XVI secolo, tre titani del Rinascimento italiano – Michelangelo, Leonardo e Raffaello – si incrociarono brevemente, contendendosi l’attenzione dei più potenti mecenati della Firenze repubblicana. Il 25 gennaio 1504, gli artisti più importanti di Firenze si riunirono per consigliare un luogo appropriato per il David di Michelangelo, quasi ultimato. Tra loro c’era anche Leonardo da Vinci, che – come Michelangelo – era tornato da poco nella sua Firenze.

Partendo da questi fatti storici la mostra invita i vistatori ad ammirare alcuni dei migliori esempi di disegno del Rinascimento italiano, tra cui il Cartone di Burlington House di Leonardo e gli studi di Leonardo e Michelangelo per le pitture murali commissionate dal governo fiorentino per la nuova sala consiliare di Palazzo Vecchio.

 

Commenta con Facebook

Altri articoli