Print Friendly and PDF

La finale di Sanremo: vincono gli Stadio! Appunti e tweet su #sanremo2016

finale di sanremo stadio

finale di sanremo stadio

La finale di Sanremo 2016. Vincono gli Stadio con Un giorno mi dirai! Appunti e tweet su #sanremo2016. A Patty Pravo il Premio della Critica.


Finalmente è arrivata la serata finale di Sanremo66° edizione del Festival della canzone italiana. La sagra è finita: ascolti record per Carlo Conti, il suo è il Sanremo più visto degli ultimi 10 anni.
Durante la semifinale, quarta puntata, è stato premiato il campione della Nuove Proposte: Francesco Gabbani. Prima escluso e poi riammesso in gara causa di inconveniente tecnico durante le votazioni in sala stampa.finale di Sanremo francesco gabbani amen

Francesco Gabbani con Amen, brano che gli è valso la vittoria, è nuovamente accolto sul palco dell’Ariston per inaugurare la finale di Sanremo. Brano elettronico che sembra uscito da un generatore automatico di canzoni di Battiato: «Un visionario mistico all’università mi disse l’utopia ci salverà»

«Un applauso ti porterà lontano» gli dice Carlo Conti, ma suona un po’ ferale.

Zero Assoluto, Irene Fornaciari, Neffa, Dear Jack Bluvertigo invece cinque big che alla quarta serata non sono passati direttamente in finalissima. Televoto tra loro per decidere chi ripescare. Passa Irene Fornaciari, riammessa alla gara. Ma arriva comunque ultima in classifica.

Roberto Bolle super ospite si esibisce e si concede a una piccola intervista con Carlo Conti «the king of dance, così lo ha definito il Times» dice… Virginia Raffaele, la valletta simpatica stasera nei panni di se stessa, lo coinvolge in un gag e gli fa ballare La Notte Vola. Il sempre inutile sforzo di rendere simpatico e gigione chi non lo è (e mica lo deve essere per forza. Dove sta scritto? Boh!); come per Gabriel Garko. Una metodologia che pare il filo rosso di questo secondo Sanremo di Conti.

Ma la vera star, il vero super ospite, attesa da sempre sul palco dell’Ariston è Cristina d’Avena! Per molti vera regina della canzone italiana con una trafila di hit da fare invidia a molte cantanti, per così dire, serie. Canta vestita da principessa Disney: Il valzer del moscerino, Kiss me licia, Occhi di gatto e i Puffi. Anche Madalina Ghenea, la valletta bella, conosce le canzoni di Cristina D’Avena, dice che in Romania ha imparato l’italiano ascoltando le sigle dei nostri cartoni animati (alti momenti di fiction insomma). Cristina fa la felicità degli ex bambini mai cresciuti veramente e l’internet si scatena, impazzisce di gioia.

Piccola nota di colore da Elio e le Storie Tese, i soliti sospetti, che si presentano sul palco per cantare Vincere l’odio vestiti come i Kiss. Bissano così, superandolo, l’outfit da astronauti del Sanremo 1999 (quello della Terra dei cachi). Per loro posizione n° in classifica. finale di sanremo elio e le storie teseSuperospite musicale italiano, “serio”, ecco poi Renato Zero, con medley dei soliti successi pensato apposta per la kermesse. Tutto molto bello, ma la verità è che ormai, giunti alla quinta serata, le canzoni in gara già le si conosce, ognuno ha la propria preferita e la finalissima di Sanremo è un supplizio interminabile. Intanto Renatino parla degli alieni come lui (forse un coming out?, non s’è capito?) e dei «rischi di questi internet» (!?) che insidiano i giovani. Parla dell’importanza della famiglia, di Nostro Signore Gesù, delle mure domestiche. E anche lì non s’è capito nulla. Anche se chi scrive un sospetto ce l’ha (#gaydidestra alert). Fa comunque sorridere che lui, sopravvissuto ai rischi del fermoposta, si preoccupi di strumenti che, evidentemente, gli sono un po’ distanti.

Di questo serata finale di Sanremo ci resterà nel cuore il video messaggio di Loredana Bertè per Patty Pravo, dalle cascate del Niagara: «Nicoletta!?! In bocca al lupo Patty, ti voglio bene, lo sai! Ciao artistiii!» E in sottofondo il rumore delle cascate che coprivano tutto. Dadaismo. Patty Pravo che, con Cieli Immensi, arriva sesta in classifica: il pubblico in sala dissente. Era tra le favorite. Vince difatti, almeno, il Premio della Critica Mia martini. serata finale di sanremo loredana bertè patty pravo

Lungaggini, promozioni, premi collaterali, ringraziamenti… Non si finisce più! Finalmente Carlo Conti chiama sul palco i tre finalisti: Francesca Michielin, Giovanni Caccamo con Deborah Iurato e gli Stadio.

Vincono la 66° edizione del Festival di Sanremo gli Stadio, con Un Giorno Mi Dirai. In sala applausi tiepidi. Sarà forse colpa dell’ora tarda.

La serata finale di Sanremo 2016 ha decretato così la seguente classifica:

01 • Stadio
02 • Francesca Michielin
03 • Giovanni Caccamo e Deborah Iurato
04 • Enrico Ruggeri
05 • Lorenzo Fragola
06 • Patty Pravo
07 • Clementino
08 • Noemi
09 • Rocco Hunt
10 • Arisa
11 • Annalisa
12 • Elio e le storie tese
13 • Valerio Scanu
14 • Alessio Bernabei
15 • Dolcenera
16 • Irene Fornaciari

Ovviamente la classifica ha già sollevato qualche malumore -accontentare tutti è impossibile, si sa- ma, in conclusione, la cosa più bella di Sanremo si conferma, come sempre, l’internet (sì, quello di cui Renato Zero ha paura): social scatenati, twitter di fuoco. Giusto così si può sopravvivere a questa liturgia interminabile, che ormai appassiona le famiglie del paese reale anche più del Santo Natale. All’anno prossimo!

Commenta con Facebook

leave a reply

*