Print Friendly and PDF

Presentazione a Milano del volume Lapsus di Andrea Micheli

Andrea Micheli pag. 52-53 Sfogliando le bellissime foto ora raccolte in questo volume, sono stato magneticamente attratto da questa. Perché proprio questa? mi sono chiesto subito dopo. Forse perché mi è venuto in mente un autore che amo, Calvino, e un suo libro di saggi: Una pietra sopra. O forse perché subito dopo mi è venuto in mente un altro autore, altrettanto amato, Saul Steinberg, e ho visto mentalmente un suo disegno, scelto, guarda caso, da Calvino per la copertina di quel libro. Nel disegno un enorme masso in bilico sta per rotolare e schiacciare un ignaro e saltellante cavaliere. Poi mi sono detto: cosa avrebbe pensato Calvino se avesse visto questa foto? L’avrebbe usata al posto del disegno di Steinberg? Cosa farà tra poco quell’immobile ma instabile masso? Cosa c’è lì dentro? E cosa c’è aldilà dell’orizzonte? La salvezza? Come sono capitate proprio lì quelle caprette, ignare come il cavaliere di Steinberg? E chi sono quelle capre? Quale di esse sono io? Davanti a questa foto si affollano le possibili interpretazioni, previsioni, fantasie, pensieri, ricordi. L’immagine è così chiara ed insieme enigmatica che da essa possono affiorare tante suggestioni, quante sono le cose sedimentate dentro di noi. Dipende da quanto ci siamo adoperati per arricchire i depositi della nostra memoria, quindi della nostra immaginazione. Tullio Pericoli© 2015 Andrea Micheli

Lunedì 29 febbraio 2016 alle 18.30 al Teatro Franco Parenti di Milano si terrà la presentazione del volume fotografico di Andrea Micheli LAPSUS Scatti d’umore e pensieri d’autore. Con il fotografo interverranno Denis Curti, Andrée Ruth Shammah e Giovanna Zucconi.

Andrea Micheli
pag. 40-41
Il convivere del presente col passato è il senso che la storia della musica ci insegna a seguire.
Riccardo Chailly
© 2015 Andrea Micheli

«Le fotografie di Andrea Micheli sono schiette, ingannevolmente semplici nella costruzione e accattivanti. La maggior parte esigono che ci si soffermi a guardarle con attenzione, per vedere cosa nascondono. L’accorta osservazione di fenomeni, spicchi di realtà che la prevalenza della gente nemmeno noterebbe, ma che Andrea cattura e compone con la sua macchina fotografica, è ciò che distingue il suo lavoro da quello della folla dei fotografi e che viene presentato in questo volume». Elliott Erwitt

Andrea Micheli
pag. 52-53
Sfogliando le bellissime foto ora raccolte in questo volume, sono stato magneticamente attratto da questa. Perché proprio questa? mi sono chiesto subito dopo. Forse perché mi è venuto in mente un autore che amo, Calvino, e un suo libro di saggi: Una pietra sopra. O forse perché subito dopo mi è venuto in mente un altro autore, altrettanto amato, Saul Steinberg, e ho visto mentalmente un suo disegno, scelto, guarda caso, da Calvino per la copertina di quel libro. Nel disegno un enorme masso in bilico sta per rotolare e schiacciare un ignaro e saltellante cavaliere. Poi mi sono detto: cosa avrebbe pensato Calvino se avesse visto questa foto? L’avrebbe usata al posto del disegno di Steinberg?
Cosa farà tra poco quell’immobile ma instabile masso? Cosa c’è lì dentro? E cosa c’è aldilà dell’orizzonte? La salvezza? Come sono capitate proprio lì quelle caprette, ignare come il cavaliere di Steinberg? E chi sono quelle capre? Quale di esse sono io?
Davanti a questa foto si affollano le possibili interpretazioni, previsioni, fantasie, pensieri, ricordi. L’immagine è così chiara ed insieme enigmatica che da essa possono affiorare tante suggestioni, quante sono le cose sedimentate dentro di noi. Dipende da quanto ci siamo adoperati per arricchire i depositi della nostra memoria, quindi della nostra immaginazione.
Tullio Pericoli
© 2015 Andrea Micheli

LAPSUS presenta circa centotrenta fotografie a colori e in bianco e nero di Andrea Micheli accompagnate e commentate da pensieri dei protagonisti del mondo della cultura e della letteratura, della musica e del cinema, dell’arte e dell’architettura: tra gli altri Renzo Piano, Umberto Eco, Gianni Berengo Gardin, Ferdinando Scianna, Gherardo Colombo, Eva Cantarella, Giorgio Forattini, Vittorio Gregotti, Giorgio Celli, Maurizio Pollini, Wilbur Smith, Gillo Dorfles, Vittorio Sgarbi, Gabriele Salvatores, Aldo Grasso, Arnaldo Pomodoro, Massimo Gramellini, Ferruccio de Bortoli, Bruce Weber.

Andrea Micheli (1972), laureato in Scienze naturali, ha realizzato i suoi primi lavori importanti scegliendo a soggetto l’ambiente e il rapporto dell’uomo con esso. Con Skira ha pubblicato Animalia tantum (2000), un volume fotografico con racconti di Andrea Gobetti e xilografie di Crispin Mason.

Andrea Micheli
pag. 12-13
Questa tenda che si ispira a un igloo ferma la mia attenzione. Sono sempre stata incuriosita dagli igloo e dalle costruzioni a forma di tenda delle modeste case della Mongolia e in certe regioni cinesi. In questa fotografia la luce, la posizione della persona e la lettura rappresentano per me una immagine di solitudine pacifica, arricchita dalla presenza del panorama delle montagne. Sembra che l’uomo che legge sia racchiuso in un grembo materno, lontano da ogni paura e in un momento intimo e gradevole come quello della lettura. Il colore notturno aumenta la magia.
Grazia Neri
© 2015 Andrea Micheli
La libertà di andare dove voglio.
Reinhold Messner
What’s he doing up there?
He’s probably reading philosophy.
What are all the other doing?
They’re not reading philosophy.
Michael Walzer
Andrea Micheli
pag. 10-11
Bravo, Andrea.
Questa è la grande natura, quella che ci commuove e ci stupisce nella sua terribile bellezza.
Ma nel suo bel mezzo c’è la terra coltivata.
C’è l’homo faber; c’è la natura addomesticata, quella che ci appartiene e ci rassicura.
Bella foto.
Renzo Piano
© 2015 Andrea Micheli

 

Andrea Micheli
LAPSUS Scatti d’umore e pensieri d’autore, 2015
edizione bilingue (italiano-inglese)
24 x 28 cm, 192 pagine
33 colori e 94 bicromie, cartonato
ISBN 978-88-572-2972-0
€ 40,00
Edito da Skira


Presentazione:
Lunedì 29 febbraio 2016 alle 18.30
Teatro Franco Parenti
Sala AcomeA
via Pier Lombardo 14
Milano

Andrea Micheli
Andrea Micheli

 

Commenta con Facebook

leave a reply

*