Print Friendly and PDF

Il Basquiat di Maezawa sale fine a 85 milioni in asta da Phillips 

 Jean-Michel Basquiat

Jean-Michel Basquiat sale fine a 85 milioni da Phillips a New York. L’asta ha totalizzato 224,906,950 $, il totale più alto nella storia della maison

L’opera di Basquiat partiva da una stima  di $70 milioni nell’asta Evening Sale di “20th Century & Contemporary Art” del 18 maggio di Phillips a New York. Il collezionista giapponese Yusaku Maezawa aveva acquistato questo l’”Untitled” del 1982 da Christie’s nel maggio 2016 per 57,3 milioni di dollari.     

La vendita non ha battuto il record d’asta di Basquiat di $110,5 milioni, detenuto da un’opera blu “Senza titolo” sempre del 1982 e sempre in possesso di Maezawa dal 2017. L’Untitled rosso- arancione di ieri sera ha permesso comunque al magnate del sito di e-commerce Zozotown di avere un guadagno di 27,7 milioni. Il diavolo venduto stanotte diventa così la terza opera di Basquiat più cara mai venduta in asta, dopo il secondo posto del teschio del 1983 “In This Case” venduto da Christie’s nel maggio del 2021 per $93.1 milioni.

Non si ferma dunque l’inarrestabile ascesa del writer americano, senza dubbio una degli artisti più ricercati (e pagati) sul mercato dell’arte. A maggior ragione quando l’opera proposta è stata realizzata nel 1982, anno particolarmente apprezzato dai collezionisti. Un anno di svolta, cruciale per la rapida ascesa artistica di Basquiat. Basti pensare che, a solo soli 21 anni, Basquiat fu protagonista di ben sei mostre personali in tutto il mondo.

Untitled è stato scelto come copertina del catalogo ragionato dell’artista uscito nel 1996, oltre che essere stato al centro di numerose retrospettive dedicate a Basquiat. Del resto le dimensioni monumentali – 2,5 metri per 5 – e il taglio orizzontale lo rendono un pezzo molto particolare. Si porrebbe addirittura accostarlo a Guernica di Picasso, che vide da bambino al Museum of Modern Art di New York. Basquiat si ritrae nell’opera nei panni di una figura dai tratti demoniaci, ma che conserva la riconoscibile pettinatura dell’artista. Il volto, coperto da una vernice rossa che cola dalle corna, si staglia in una distesa di tracce gestuali che evocano le suggestioni dell’Espressionismo Astratto

Indubbiamente anche grazie agli 85 milioni di Basquiat, l’asta ha totalizzato 224,906,950 $, il totale più alto nella storia della maison e ha visto il 100% di venduto.

www.phillips.com

 

Commenta con Facebook