Print Friendly and PDF

Colori industriali, pop e invernali da Dorotheum

25 – 29 novembre 2013: settimana d’aste da Dorotheum a Vienna 

[youtube]https://www.youtube.com/watch?v=uLmCeph-7iw[/youtube] Il video della visita di ArtsLifeTv nella città di Vienna, fra musei, chiese e la casa d’aste più antica del mondo: Dorotheum

Le tele classiche di Gabriele Münter e Carl Moll, il dinamismo di Giacomo Balla, l’umorismo di Erwin Wurm e Victor Brauner: alla Dorotheum, la più grande casa d’aste dell’Europa Centrale, la settimana delle aste di novembre vedrà sfilare le più diverse tendenze dell’arte moderna e contemporanea, le invenzioni dello Jugenstil, le creazioni dei maestri argentieri, della gioielleria e degli orologi.

ROSSO CORALLO 
Asta di Arte Contemporanea del 27. 11.

Lucio Fontana, artista italiano tra i più importanti ed influenti del Novecento, è protagonista dell’asta del 27 novembre 2013 con un emblematico „Concetto spaziale, Attesa“ color giallo brillante del 1968 (€ 400.000 – 600.000, foto a sx). L’informale è ben rappresentato dalla tela di Hans Hartung dal titolo „T 1948-36“ (€ 100.000 – 150.000).

Lucio Fontana (1899 – 1968) Concetto spaziale, Attesa (68 T 77), 1968, idropittura su tela, giallo, 73,5 x 60 cm stima € 400.000 – 600.000 Asta 27 novembre 2013

 

L’espressione spontanea è invece completamente svanita nei colori di Max Bill e di Josef Albers. Colori industriali per Albers ma anche per Alighiero Boetti, protagonista dell’Arte Povera, con l’opera „Rosso Corallo 102“, del 1967 (€ 250.000 – 350.000).

Alighiero Boetti (1940 – 1994) Rosso Corallo 102, 1967, vernice industriale, cartone, lettere e numeri di sughero, 70,5 x 70,5 cm stima € 250.000 – 350.000 Asta 27 novembre 2013

Azzurro intenso per Ilya Kabakov del quale potremo vedere l’opera „The Apartment Battle 1“. L’artista concettuale russo, emigrato negli Stati Uniti, vuole simbolicamente rappresentare oggetti e pittura presenti negli appartamenti comunali russi (€ 100.000 – 150.000).

Ilya Kabakov (geb. 1933) The Apartment Battle 1, 2000, olio, smalto, carta, tessuto su legno, 64 x 102 cm, 126 x 130 cm stima € 100.000 – 150.000 Asta 27 novembre 2013

Del 1963 è il dittico „Incidente“ di Mario Schifano. L’artista ha ricostruito un incidente d’auto con colori pop, un nuovo soggetto nella storia della pittura (€ 100.000 – 150.000).

Mario Schifano, Incidente, 1963, € 100.000 – 150.000 Asta 27 novembre 2013

„Credo che aggiungendo piccole macchie, come una brava ape operaia, si possa creare un’immagine. Un’opera deve avere un cuore“ Così ,nel 1955, Maria Helena Vieira da Silva definisce il suo lavoro che si colloca al confine tra pittura figurativa e astratta. L’olio “Le four”, offerto in catalogo da Dorotheum, ben rappresenta lo stile pittorico dell’artista franco-portoghese, famosa per le sue linee sovrapposte che guidano l’occhio dell’osservatore all’interno della tela, in una griglia di macchie colorate disposte su piani diversi a formare quasi un mosaico (€ 200.000 – 300.000).

Fra le molte sculture in catalogo, un triplice disco in oro 18 carati della scultrice inglese Dame Barbara Hepworth. „Three Curves with Strings“, lavoro “musicale” eseguito nel 1971, denuncia l’influenza di Constantin Brancusi, Jean Arp e dall’amico Henri Moore (€ 55.000 – 85.000). Se il mondo fosse a forma di un disco, un artista come Erwin Wurm lo ingoierebbe; ne è un esempio l’opera, divertente e a grandezza naturale che, come risultato di riempimento dello spazio, titola „The artist who swallowed the world when it was still a disc“ (€ 60.000 – 80.000).

Erwin Wurm (geb. 1954) The artist who swallowed the world when it was still a disc, 2006, 190 x 140 x 140 cm stima € 60.000 – 80.000 Asta 27 novembre 2013

La sezione dedicata all’arte contemporanea presenterà, tra le molte proposte, anche opere di Franz West, Herbert Brandl, Adolf Luther, Thomas Schütte, Enrico Castellani, Willem de Kooning.

COLORI INVERNALI 
Asta Arte Moderna del 28. 11
.

Uno dei top lot dell’asta del 28 novembre, dedicata all’arte moderna, è un paesaggio innevato del 1933 di Gabriele Münter che rappresenta l’inverno a Elmau. Inizialmente membro del gruppo artistico chiamato „Der Blaue Reiter“ (Il Cavaliere Blu), l’artista era in contrasto con Kandinsky e i suoi dipinti astratti. I suoi paesaggi, le scene di figure e i ritratti mostrano una riduzione dell‘essenziale (€ 260.000 – 300.000).

Gabriele Münter (1877 – 1962) “Winter in Elmau”, 1933, 33 x 45 cm stima € 260.000 – 300.000 Asta 28 novembre 2013

Il moderno italiano è rappresentato al meglio da Giorgio de Chirico („Piazza d’ Italia“, € 200.000 – 300.000), oltre ad una lunga schiera di opere del primo e secondo Futurismo. Fra le curiosità „Linee di forza del pugno di Boccioni II“ (€ 50.000 – 70.000). L’opera di Giacomo Balla realizzata in cartone dipinto nella prima versione del 1915, fu adottata quale simbolo del movimento futurista e divenne il “marchio” di molti lavori di Balla. Dall’incontro fra Giacomo Balla e Gasparo del Corso, celebre gallerista romano, nasce questa seconda, più slanciata, versione della scultura, in ottone curvato e smaltato, proposta in asta alla Dorotheum in uno dei nove esemplari dell’edizione esposta alla Biennale di Venezia nel 1968.

Giacomo Balla (1871 – 1958) Linee di forza del pugno di Boccioni II, 1915/1968, lamiera di ottone rinforzata, laccata rossa, 80,5 x 75,5 x 25,5 cm stima € 50.000 – 70.000 Asta 28 novembre 2013

L’arte moderna austriaca è ben rappresentata da un’opera di Carl Moll, uno dei co-fondatori della Secessione viennese. Nel 1900 dipinge una veduta di Vienna dalla forma quadrata ed influenzata dall’Impressionismo, dal titolo „Blick von der Hohen Warte auf Heiligenstadt“ (€ 280.000 – 360.000).

Carl Moll (1861 – 1945) “Blick von der Hohen Warte auf Heiligenstadt”, 1900 ca, olio su tela, 80 x 80 cm stima € 280.000 – 360.000 Asta 28 novembre 2013

Inoltre saranno presenti opere di Otto Dix, Gustav Klimt, Egon Schiele, Victor Brauner, Max Oppenheimer.

BIBBIA E CARAMELLE 
Aste di Argenti e Jugendstil del 25 e 26. 11.

L’asta di argenti del 25 novembre 2013 propone una rara e preziosa icona cloisonné, completamente coperta da perle e diamanti, del famoso fornitore di corte Pawel Owtschinnikow (€ 70.000 – 80.000). Saranno presenti vari servizi da tavola delle più importanti manifatture europee, tra cui un vaso con coperchio rinascimentale di Norimberga (€ 15.000 – 18.000).

Una sedia proveniente dalla Villa Aubecq di Bruxelles, è il top lot dell’asta di Jugendstil del 26 novembre 2013, realizzata da Victor Horta (€ 10.000 – 15.000). Ed ancora, un vaso di Franz Hofstötter prodotto dalla ditta Lötz-Witwe per l’Esposizione Mondiale del 1900 ed un piatto in ceramica „Gli amanti“ di Giò Ponti del 1923 (€ 20.000 – 30.000) sono tra le proposte in asta. Infine, una scatola con coperchio per caramelle di Dagobert Peche, realizzata nel 1916 dalla Wiener Werkstätte (€ 22.000 – 30.000).

Victor Horta, Sedia dalla Villa Aubecqu, Bruxelles, 1899 – 1903 stima € 10.000 – 15.000 Asta 26 novembre 2013

Un’occasione per gli amanti dell’arte di segnarsi in agenda la settimana dal 25 al 29 novembre, mentre la settimana precedente, dal 18 al 24 novembre, i musei e le gallerie di Vienna apriranno le loro porte a tutti per la nona edizione della Vienna Art Week.

SETTIMANA D’ASTE DAL 25 AL 29 NOVEMBRE 2013

Argenti Lun, 25 novembre 2013 ore 14
Jugendstil e Arti Decorative del XX Secolo Mar, 26 novembre 2013 ore 14
Gioielli Mar, 26 novembre 2013 ore 18
Arte Contemporanea Mer, 27, Gio, 28 novembre 2013 ore 18, ore 14
Arte Moderna Gio, 28 novembre 2013 ore 18
Orologi da tasca e da polso Ven, 29 novembre 2013 ore 16

Palais Dorotheum, Vienna 1 Dorotheergasse 17
Esposizione da Sabato, 16 novembre 2013

Esposizione dei lotti dal 5 al 9 novembre 2013 (ore 10 – 19) a Milano, Palazzo Amman, Via Boito 8
cocktail martedì 5 novembre 2013 dalle ore 19

Commenta con Facebook

leave a reply

*