Print Friendly and PDF

Malick Sidibè. La vie en rose

Devant mon faux bâtiment, Studio Malick, Bamako, 1977
Sto caricando la mappa ....

Data
Data - 8 Mag 2010 until 31 Lug 2010

Luogo
Collezione Maramotti

Categoria/e
fotografia

Artista

Curatore

Web:-


Devant mon faux bâtiment, Studio Malick, Bamako, 1977

Malick Sidibè. La vie en rose

a cura di Laura Serani e Laura Incardona
La Collezione Maramotti presenta Malick Sidibè. La vie en rose, la più ampia personale dedicata al fotografo in Italia.
La mostra si inserisce all’interno della manifestazione FOTOGRAFIA EUROPEA, organizzata dall’amministrazione cittadina, che quest’anno è alla sua quinta edizione e ha come tema l’Incanto inteso come senso, direzione di uno sguardo affascinato, meravigliato, positivo, proiettato in avanti, che sa vedere con occhi nuovi cio’ che sta di fronte, che si interroga sui segni di trasformazione e cambiamento.
L’esposizione propone una selezione di circa 50 fotografie, perlopiù inedite, realizzate tra gli anni Sessanta e Settanta a Bamako, capitale del Mali. Fotografie che rivelano tutta la magia e l’entusiasmo della vita a Bamako in quegli anni, quando la voglia di stare insieme, di essere dentro il corso della storia sembrava un imperativo; immagini che hanno reso famoso Sidibè nel mondo: le feste degli anni Sessanta, i ritratti in studio ed una selezione di stampe d’epoca tratte dai suoi archivi, foto che raccontano un lungo periodo della storia del Mali.
<Io credo al potere dell’immagine, è per questo che ho passato tutta la vita a ritrarre le persone nel miglior modo possibile, cercando di restituire loro tutta la bellezza che potevo, perchè la vita è un dono di Dio ed è migliore se la si affronta con un sorriso. Troppo spesso l’immagine del mio paese è legata al dolore, alla povertà alla miseria. Ma l’Africa non è solo questo e io l’ho voluto mostrare nelle mie immagini>: queste le parole di Malick Sidibè circa la sua attività di fotografo e il valore della sua fotografia nel contesto della storia personale e sociale del suo paese.
<Da sempre ho un talento di osservatore. Mi piace guardare le persone, cercare di capirle, entrare in contatto con loro», racconta. «Sono un testimone fedele dei mutamenti del mio Paese. Perchè la fotografia non mente, non quella in bianco e nero che ho sempre fatto io. Per questo affermo con decisione che la mia fotografia è molto più sincera, autentica e diretta di qualsiasi parola. È semplice, la può comprendere chiunque e racconta un’epoca, senza nessun inganno. L’uomo ha sempre cercato l’immortalità nella pittura o nella poesia, nella scrittura, ma un tempo solo i re e i ricchi potevano avere un ritratto. La fotografia è un modo per vivere anche dopo la morte->.
Nota biografica
Malick Sidibe’ nasce nel 1936 a Soloba, un villaggio a circa 300 chilometri da Bamako. Nel 1955 si diploma in disegno e gioielleria alla Scuola di artigianato sudanese, dove si distingue come miglior allievo. Il giovane Sidibe’ rimane affascinato dalla fotografia e si ferma da Guillat-Guignard come apprendista, dopo aver ricevuto l’incarico di decorare il negozio del fotografo francese. Nel 1957 comincia a realizzare i primi reportage di feste, battesimi, matrimoni. Dal 1960 l’autore inizia la carriera di freelance e nel 1962 apre lo Studio Malick, nel quartiere popolare di Bagadadji, dove prosegue la sua attività di ritrattista. Parallelamente Sidibe’ racconta le notti di Bamako e i pomeriggi di festa passati sulle rive del fiume Niger: il Mali ha ottenuto l’indipendenza da due anni e il Paese e’ percorso da nuove energie. Le informazioni circolano, arrivano i film da Europa, India e Stati Uniti, ma e’ soprattutto la musica che porta a un cambiamento veloce e diffuso della società di Bamako.
Il fotografo frequenta le feste dei ragazzi che si vestono all’occidentale e ballano al suono dei giradischi: le sue foto ritraggono giovani pieni di gioia, di voglia di vivere, di fiducia nell’avvenire. I club notturni dai nomi esotici fioriscono in città e non c’e’ avvenimento a cui Sidibe’ non venga invitato: la sua fama e’ talmente grande che, se non puo’ partecipare, si sposta l’orario o addirittura il giorno del ritrovo. Dalla fine degli anni Settanta Sidibe’ decide di limitare la propria attività ai ritratti in studio. Dopo aver brevemente scambiato qualche parola per mettere a proprio agio chi gli sta davanti, lo stesso Sidibe’ sceglie in che posa ritrarrà le persone, riuscendo a cogliere in poche battute l’essenza della loro personalità.
Nel 1994, durante la prima edizione dei Rencontres de la Photographie de Bamako, i suoi ritratti sono esposti per la prima volta, insieme a quelli di Seydou Keïta (l’altro grande autore di Bamako, piu’ anziano di una decina di anni, scomparso nel 2001). Autori e critici occidentali scoprono il loro talento. Subito dopo, le fotografie di Sidibe’ sono a Parigi, prima alla Fnac Etoile e poi alla Fondation Cartier pour l’art contemporaine; in breve tempo musei e gallerie di tutto il mondo espongono il suo lavoro. L’autore continua a vivere e a lavorare a Bamako.
Attualmente Sidibe’ e’ considerato il piu’ importante fotografo africano vivente. La Biennale d’arte di Venezia 2007 lo ha consacrato con il Leone d’Oro alla carriera, premio assegnato per la prima volta a un fotografo. Nel 2003 ha vinto il Premio Hasselblad in Svezia, nel 2008 l’ICP Award a New York, nel 2009 il premio PhotoEspaña-Baume & Mercier a Madrid e il World Press Photo 2010 nella sezione Arts and Entertainment ad Amsterdam. Numerose le pubblicazioni e i libri sul suo lavoro apparsi in Europa, Stati Uniti e Africa.
 
Mostre Personali
2007 Photographs, Malick Sidibé. Afronova, Johannesburg, South Africa
2005 Photographs : 1960-2004. Jack Shainman Gallery, New York – USA
2005 Studio Malick. La Filature, Scène Nationale, Mulhouse – France
2004 Malick Sidibé. Fifty One Fine Art Photography, Antwerp – Belgium
2004 Malick Sidibé. Museet for Fotokunst, Brandts Klaedefabrik, Odense – Denmark
2004 Malick Sidibé. Exhibition from Hasselblad Center Stockholm – Sweden
2004 Malick Sidibé. Exhibition from Hasselblad Center Centro de Artes Visuais Coimbra – Portugal
2004 Malick Sidibé. Exhibition from Hasselblad Center Kristianstad – Sweden
2003 Hasselblad Award Winner Hasselblad Center Göteborg Museum of Art, Gothenburg – Sweden
2003 Malick Sidibé / Seydou Keïta. Hackelbury Fine Art Ltd., London – Great Britain
2003 Malick Sidibé. Musée Pincé, Angers – France
2003 Malick Sidibé. Conrad Gallery, Düsseldorf – Germany
2003 Malick Sidibé. Kennedy Boesky Photographs, New York – USA
2003 Studio Malick. Jack Shainman Gallery New York – USA
2001 -2003 You look beautiful like that: The Portrait of Photographs of Seydou Keïta and Malick Sidibé.
Williams College Museum of Art, Williamstown – USA
National Portrait Gallery London – Great Britain
Norton Museum of Art, West Palm Beach – USA
UCLA Hammer Museum, University of California, Los Angeles – USA
Fogg Art Museum, Harvard University Art Museums, Cambridge – USA
2002 Malick Sidibé. Galerie Claude Samuel, Paris – France
2002 Malick Sidibé. Hackelbury Fine Art Ltd., London – Great Britain
2002 Malick Sidibé. Patrick Painter, Inc Los Angeles – USA
2001 Malick Sidibé. Stedelijk Museum. Amsterdam – Netherlands
2001 Malick Sidibé. Galleria Nazionale d’Arte Moderna, Rome – Italy
2000 Malick Sidibé. Centre d’Art Contemporain, Geneva – Switzerland
2000 Clubs of Bamako. Rice University Art Gallery, Houston – USA
1999 Malick Sidibé : The Clubs of Bamako. Deitch Projects, New York – USA
1999 Malick Sidibé. Australian Center for Photography, Sydney – Australia
1999 Malick Sidibé. Museum of Contemporary Art, Chicago – USA
1998 Malick Sidibé. Institut Français de Thessalonique, Thessaloniki – Greece
1998 Malick Sidibé. Dany Keller Galerie, Munich – Germany
1997 Malick Sidibé : Fotografie 1962-1976 « Clubs und Twist und Chats Sauvages ». Ifa-Galerie, Stuttgart – Germany
1995 Malick Sidibé : Bamako 1962-1970. Fondation Cartier pour l’art contemporain, Paris – France
Mostre Collettive
2006 100% Africa. Guggenheim Museum, Bilbao – Spain
2006 Vive l’Afrique. Galérie du Jour – Agnès b., Tokyo – Japan
2006 About Africa, part one. Fifty One Fine Art Photography, Antwerp – Belgium
2005 Arts of Africa. Grimaldi forum – Monaco
2005 Vive l’Afrique. Galérie du Jour – Agnès b., Paris – France
2005 Africa Urbis. Musée des Arts Derniers, Paris – France
2005 African Art Now : Masterpieces from the Jean Pigozzi Collection. Museum of Fine Arts, Houston – USA
2004-2005 Hamburg Kennedy Photographs. Scalo Project Space, New York – USA
2004-2005 Common Ground : Discovering Community in 150 Years of Art. Corcoran Gallery of Art, Washington D.C. – USA
2004-2005 Image and Identity : Portraits. The Sheldon Art Galleries, St Louis – USA
2004-2005 Faces in the Crowd : Picturing Modern Life from Manet to Today. Whitechapel, London – England
2004-2005 New Acquisition : Local and Global Contemporary Photography. Bates College Museum of Art, Lewiston – USA
2004 Fifty One celebrates four years. Fifty One Fine Art Photography, Antwerp – Belgium
2004 Pretty World. Aeroplastics Contemporary, Brussels – Belgium
2004 Je m’installe aux abattoirs : La collection d’art contemporain d’agnès b.. Les Abattoirs, Toulouse – France
2004 Staged realities : exposing the soul in African photography 1870-2004. Michael Stevenson, Cape Town – South Africa
2004 Joy of Life – Malick Sidibé and Ojeikere, Two Photographers from Africa. Hara Museum, Tokyo – Japan
2004 Village Global : Les Années 60. Musée des Beaux-Arts, Montreal – Canada Dallas Museum of Art, Dallas – USA
2003-2004 Nous Remontons de la “Calle” Toutes les Photographies. Galerie du Jour agnès b., Paris – France
2003-2004 Go Johnny Go ! The Electric Guitar – Art and Myth Kunsthalle Wien, Vienna – Austria
2003 Summertime blues. Conrad Gallery, Düsseldorf – Germany
2003 Correspondances Afriques. Iwalewa-Haus Afrikanzentrum der Universität Bayreuth, Bayreuth – Germany
2003 Les ateliers des désirs Philip Kwame Apagya, Seydou Keïta & Malick Sidibé. Centre Culturel Français, Freiburg – Germany
2003 Mali, photographies et textiles contemporains. mu.dac, Musée de design et d’arts appliqués contemporains, Lausanne – Switzerland
2002-2005 African Art, African Voices : Long Steps Never Broke a Back.
Seattle Art Museum, Seattle – USA
Philadelphia Museum of Art, Philadelphia – USA
Wadsworth Atheneum, Hartford – USA
2002-2003 Portraits of Pride : Seydou Keïta / Malick Sidibé / Samuel Fosso
Norsk museum for fotografi – Preus fotomuseum, Horten – Norway
Bildens Hus Sundsvall – Sweden
Xposeptember Foto Festival 2002, Stockholm – Sweden
2001-2002 The Short Century
P.S.1 Contemporary Art Center and Museum of Modern Art, New York – USA
Museum of Contemporary Art, Chicago – USA
House of World Cultures in the Martin-Gropius-Bau, Berlin – Germany
Museum Villa Stuck, Munich – Germany
2001 I Ka Nyi Tan. Seydou Keïta e Malick Sidibé fotografi a Bamako. Museo Hendrick Christian Andersen, Rome – Italy
2001 Flash Afrique : Fotografie auf Westafrika. Kunsthalle Wien, Vienna – Austria
2000 Africa : Past-Present. Fifty One Fine art Photography, Antwerp – Belgium
2000 Porträt Afrika : Fotografische positionen eines jahrhunderts. Haus der Kulturen Der Welt, Berlin – Germany
2000 Et l’Art se met au Monde. Nouveau Musée de Villeurbane, Villeurbane – France
1998-2000 L’Afrique par elle-même (Africa by Africa)
Sala d’Ercole Palazzo d’Accursio, Bologne – Italy
Anacostia Museum, Smithsonian Institute, Washington D.C. – USA
Kennedy Center, Washington D.C. – USA
Barbican Art Center, London – Great Britain
South African National Gallery, Cape Town – South Africa
3rd African Photography Encounters, Bamako – Mali
Pinacoteca, Sao Paulo – Brazil
Maison Européenne de la Photographie, Paris – France
1999 Malick Sidibé / Seydou Keïta. Photo Espana 99, Madrid – Spain
1999 Malick Sidibé / Seydou Keïta. 5th Istanbul Biennale, Istanbul – Turkey
1998 Malick Sidibé / Seydou Keïta
Journée de la photographie, Institut Français, Athens, Greece
Biennale de la photographie Institut Français, Thessaloniki, Greece
1997 Malick Sidibé / Seydou Keïta Gallery Paule Anglim, San Francisco – USA
1997 Retrats de l’Anima Fotografia Africana Fundacio “la Caixa”, Madrid – Spain
1996 In/ sight : African Photographers, 1940 to the present Guggenheim Museum, New-York – USA
1996 Vues d’Afrique : 12èmes Journées du Cinéma Africain et Créole Montréal – Canada
1996 Deuxièmes Rencontres de la Photographie Africaine, Bamako – Mali
1996 Malick Sidibé : 18ème Festival des 3 Continents, Nantes – France
1995 Sélection photographique des Premières Rencontres de la Photographie Africaine de Bamako, FNAC Étoile, Paris – France
1995 Seydou Keïta – Malick Sidibé,The second Scottish International Festival of Photography Fruit Market Gallery, Edinburgh – Great Britain
1994 Premières Rencontres de la Photographie Africaine, Bamako – Mali
Malick Sidibé è presente nelle collezioni di questi musei:
Museum of Modern Art, New York
The Metropolitan Museum of Art, New York
San Francisco Museum of Modern Art
Birmingham Museum of Art
The Studio Museum in Harlem, New York
Philadelphia Museum of Art
High Museum of Art, Atlanta
International Center of Photography, New York
The Museum of Fine Arts, Houston
Collection Agnès b., Paris
Collection Lambert (LAC), Geneva
Fondation Cartier pour l’Art Contemporain, Paris
Collection du Fonds National d’Art Contemporain, Paris
Devant mon faux bâtiment, Studio Malick, Bamako, 1977
La ricostruzione dello Studio Malick e la presenza del fotografo nei primi due giorni di apertura della mostra, permetteranno ai visitatori di vedere l’autore all’opera nella realizzazione di alcuni scatti degli intervenuti e di parlare amabilmente con lui. Domenica 9 maggio 2010 il fotografo sarà presente in mostra per incontrare i visitatori e realizzare alcuni scatti agli intervenuti nel seguente orario: dalle 10 alle 12.30 e dalle 15.00 alle 18.00
In occasione della mostra viene pubblicata da Silvana Editoriale, la prima monografia italiana dedicata all’autore. Il volume trilingue, a cura di Laura Serani e Laura Incardona, oltre a un contributo delle curatrici, accoglie un ricco regesto fotografico di un centinaio di immagini.
INFORMAZIONI UTILI:
Malick Sidibè. La vie en rose
a cura di Laura Serani e Laura Incardona
Inaugurazione sabato 8 maggio 2010 ore 18 (su invito) alla presenza dell’autore
Collezione Maramotti
Via Fratelli Cervi 66, Reggio Emilia
Orari di visita: Giovedi’ e venerdi’ 14,30 – 18,30
Sabato e domenica 9,30 -12,30 e 15,00-18,00
Chiusura: 25 aprile e 1° maggio 2010
ingresso libero
www.collezionemaramotti.org 

Commenta con Facebook

leave a reply

*