Print Friendly and PDF

Botticelli, Rembrandt e Bernini (collezione Hester Diamond). ‘Old Master’ in cerca di record da Sotheby’s

Pietro Bernini and Gian Lorenzo Bernini (Sesto Fiorentino 1562 –1629 Rome | Naples 1598–1680 Rome)
Autumn, Rome, circa 1615-1618 marble height 49 ½ in.; 125.5 cm. Estimate: 8,000,000 – 12,000,000 USD

In arrivo la Masters Week 2021 a New York da Sotheby’s, sette aste per quattro secoli di capolavori. Sugli scudi Botticelli, Rembrandt e una scultura di Bernini proveniente dalla collezione di Hester Diamond 

Tra il 22 e il 30 gennaio sono in arrivo sette aste che raccolgono dipinti, disegni e sculture e due collezioni private, quella del Dr. John O’Brien e quella di Hester Diamond. Tra i momenti salienti della settimana dedicata agli Old Master vi sarà la vendita del capolavoro di Sandro Botticelli “Young Man Holding a Roundel” e un raro lavoro biblico di Rembrandt van Rijn raffigurante “Abramo e gli angeli”.

Gli esperti hanno stimato che la vendita del Botticelli possa raccogliere oltre $80 milioni. L’opera è uno degli ultimi grandi ritratti rinascimentali rimasti in mani private, sembra che provenga dalla collezione del miliardario del settore immobiliare Sheldon Solow scomparso nel novembre 2020 (lo avrebbe acquistato in asta nel 1982 per £ 810.000).  Ha una ricca storia espositiva: negli ultimi 50 anni è stato in mostra in diversi musei tra cui la National Gallery di Londra (dal 1969 al 1978), la National Gallery of Art di Washington (dal 1990 al 2013) e il Metropolitan Museum of Art.

Sandro Botticelli, Young Man Holding a Roundel, ca. late 1470s–early 1480s. Est. in excess of $80 million. Courtesy Sotheby’s.

Sotheby’s lo ha annunciato come “l’ultimo ritratto rinascimentale” ad arrivare in asta. Un po’ come Christie’s aveva annunciato il famoso Salvator Mundi di Leonardo come “L’ultimo da Vinci”. Se verrà venduto al prezzo stimato (ma anche per molto meno), il record d’asta per un’opera di Botticelli sarà infranto: attualmente si attesta a 10,4 milioni di dollari per la “Madonna Rockefeller“, una Madonna con Bambino e San Giovanni Battista venduta da Christie’s nel gennaio 2013.
(Leggi qui un approfondimento sul Botticelli di Sotheby’s)

La scena biblica del maestro olandese dell’Età dell’Oro Rembrandt van Rijn misura solo 16 x 21 cm ed è un piccolo gioiello. “Abraham and the Angels”, dipinto su tavola del 1646, secondo gli esperti della maison è tra le opere più belle di Rembrandt mai messe all’asta. E’ apparso l’ultima volta sotto il martello dell’auctioneer a Londra nel 1848, quando è stato venduto per £ 64. Ora torna sul mercato con una stima di $ 20/30 milioni. L’opera è stata il soggetto principale di una mostra alla Frick Collection di New York nel 2017 dedicata alle raffigurazioni di Abramo di Rembrandt dal Libro della Genesi.

Solo pochi mesi fa, a luglio, un autoritratto di Rembrandt van Rijn, uno dei pochi che si trovava ancora in mani private, è stato venduto sempre da Sotheby’s a un bidder al telefono da New York per 14,549,400 sterline (era stimato £ 12–16 milioni) durante la vendita “cross-category” dal titolo “Rembrandt  to Richter“. Era stato realizzato nel 1632 da un giovane Rembrandt ventiseienne, nello stesso anno in cui ha dipinto  la famosa lezione di anatomia del dottor Nicolaes Tulp. In questa occasione era stato segnato il nuovo record d’asta per un suo autoritratto, mentre il top price assoluto è di 33.194.694 $  per “Portrait of a man with arms akimbo” del 1658, Christie’s, 2009.

(Leggi qui un  approfondimento su quest’opera)


La collezione di Hester Diamond

Il catalogo, in asta il 29 gennaio (la Part One), propone opere selezionate dalla collezione di Hester Diamond, collezionista e designer di interni scomparsa a febbraio dell’anno scorso all’età di 91 anni.

PHOTOGRAPH BY CARLA VAN DE PUTTELAAR FOR THE PORTRAIT PROJECT: ARTFULLY DRESSED: WOMEN IN THE ART WORLD

Top lot una rara scultura di Gian Lorenzo Bernini (1598-1680) realizzata con la collaborazione del padre Pietro intitolata “Autunno”. Scolpita nel 1616, la scultura raffigura un uomo alla ricerca di un frutto, che simboleggia l’abbondanza e la rinascita.

Con una stima compresa tra $ 8 milioni e $ 12 milioni, la scultura è pronta a stabilire un nuovo record d’asta per il più grande scultore e architetto italiano. Il suo attuale record ufficiale risale al 2005 quando il dipinto “Ritratto dell’artista come Marte” è stato venduto da Christie’s a Londra per 176.000 £ (306.240 $). Se consideriamo anche il bozzetto in terracotta “Il Moro” che risulta attribuito al Bernini allora il top price sale fino 2,096,650 sterline (3.239.114 $) stabilito nel 2002 da Sotheby’s a Londra.

Pietro Bernini and Gian Lorenzo Bernini
Sesto Fiorentino 1562 –1629 Rome
Naples 1598–1680 Rome
Rome, circa 1615-1618
Autumn marble
height 49 ½ in.; 125.5 cm.
Estimate: 8,000,000 – 12,000,000 USD
Giovanni Lorenzo Bernini (Naples 1598-1680 Rome) Portrait of the artist as Mars oil on canvas 15 ¾ x 11 7/8 in. (40 x 30.2 cm.) Christie’s, 8 December 2005,176.000 £
Bernini, Il Moro, Sotheby’s 2002

Chi era Hester Diamond?

Hester e il suo primo marito Harold hanno iniziato a collezionare negli anni ’50, cercando di conciliare il loro reciproco amore per l’arte con la necessità di guadagnarsi da vivere. Hester trova lavoro come segreteria da Stair and Company, che tratta antiquariato sulla 57^ Strada e Harold come insegnante. La Diamond sviluppa presto sia l’amore per i mobili inglesi che un occhio attento per i materiali. Nel frattempo, facendo il giro delle gallerie della 57a Strada, Harold diventa amico di Martha Jackson, proprietaria di un’importante galleria di arte contemporanea all’avanguardia. Intorno al 1956, viene chiesto ad Harold di individuare una particolare opera di Henry Moore. L’incarico richiede alcuni giorni per un viaggio in Europa. Quando il preside della scuola rifiuta il permesso, Harold lascia il lavoro da 3.500 dollari l’anno per la commissione di 5.000 dollari offerta per il Moore. Così inizia la carriera di mercanti d’arte a tempo pieno della coppia.

Durante un viaggio in Inghilterra, incontrano Ben Nicholson e Barbara Hepworth, artisti emergenti sulla scena britannica. Il lavoro di Ben era già abbastanza noto in America, ma Barbara era ancora sconosciuta. Hester e Harold propongono di organizzare una mostra itinerante del lavoro di Barbara, per introdurla in America. Confezionano una mostra di piccole opere e riescono a convincere una decina di piccoli musei negli Stati Uniti a presentarla. L’accordo era semplice: il museo non avrebbe pagato per l’esposizione, ma accettava di acquistare un pezzo per la sua collezione permanente.

La carriera come interior designer

All’inizio degli anni ’70, i maggiori clienti di Harold sono Seward e Basia Johnson, erede della Johnson & Johnson Company. Hester ha progettato e arredato due case per i Johnson. La sua grande abilità, unica, era quella di fornire a questi clienti case che erano sia luoghi ricchi di arte da mostrare che luoghi meravigliosi in cui vivere; aveva anche una straordinaria capacità di mescolare e abbinare arte e arredi di diverse nazionalità, stili e date.

Viaggi e filantropia

Hester ama viaggiare, sia in posti nuovi che in luoghi già visti ma che ama rivisitare. Tutti i suoi viaggi sono incentrati sull’arte: osservare antiche meraviglie, visitare tutti i musei importanti ed entrare in contatto con la scena artistica contemporanea locale.  Questa abitudine continua anche durante il matrimonio con il suo secondo marito, Ralph Kaminsky, avvenuto nel 1985.
Per tutta la vita, Hester è stata una filantropa impegnata. Sempre pronta a fornire sostegno alle organizzazioni di servizi sociali e culturali con programmi efficaci. Si è concentrata su alcuni enti di beneficenza che erano particolarmente importanti per lei. È stata una dei fondatori del Medici Archive Project, un’organizzazione pensata per fornire supporto all’enorme archivio di documenti e altri materiali appartenenti alla famiglia Medici a Firenze. Nel 2013, insieme ai suoi amici Jon Landau e Fabrizio Moretti, fonda VISTAS (Virtual Images of Sculpture in Time and Space), un’organizzazione impegnata nella pubblicazione di nuove importanti borse di studio sulla scultura nella tradizione europea dal 1200-1800.

La virata verso l’antico

Solo dopo la morte del primo marito Harold, Hester inizia a collezionare seriamente dipinti e sculture di antichi maestri, vendendo gran parte della sua collezione moderna, comprese opere di Pablo Picasso e Henri Matisse (da Sotheby’s nel 2004). A guidare il gruppo di dipinti antichi in arrivo sul mercato vi sono un paio di tele di Dosso Dossi, che stimano insieme tra i 3 e i 5 milioni $  e un trittico raffigurante “La Natività, L’Adorazione dei Magi, La Presentazione al Tempio” di Pieter Coecke van Aelst, che stima $ 2,5 – 3,5 milioni $.

 

I top lot dell’asta

Pieter Coecke van Aelst
A triptych: The Nativity, The Adoration of the Magi, The Presentation in the Temple
Estimate:
2,500,000 – 3,500,000 USD
Giovanni Francesco di Niccolò di Luteri, called Dosso Dossi
The Plague at Pergamea; The Sicilian Games
Estimate:
3,000,000 – 5,000,000 USD
Joachim Anthonisz. Wtewael
Adoration of the Shepherds
Estimate:
1,000,000 – 1,500,000 USD

 

Filippino Lippi
Penitent Mary Magdalene adoring the True Cross in a rocky landscape
Estimate:
1,500,000 – 2,000,000 USD
Federico Barocci
Saint Joseph, a head study for the Visitation Altarpiece
Estimate:
600,000 – 800,000 USD

Il calendario della Master Week 2021

Old Master Drawings
27 JANUARY 2021 | 10:00 AM EST | NEW YORK

From Taddeo to Tiepolo: The Dr. John O’Brien Co…
27 JANUARY 2021 | 2:00 PM EST | NEW YORK

Master Paintings & Sculpture Part I
28 JANUARY 2021 | 10:00 AM EST | NEW YORK

The Collection of Hester Diamond Part I
29 JANUARY 2021 | 10:00 AM EST | NEW YORK

Fearless: The Collection of Hester Diamond Part II
22–29 JANUARY 2021 | 10:00 AM EST | NEW YORK

Master Paintings Part II
22–30 JANUARY 2021 | 10:00 AM EST | NEW YORK

Master Sculpture and Works of Art Part II
22–30 JANUARY 2021 | 2:00 PM EST | NEW YORK

Commenta con Facebook